Domenica, 19 Settembre 2021
Cortona

Ex Etruria, così la riorganizzazione: centro servizi Ubi da 130 posti in via Calamandrei, 5 filiali in salvo. Chiusure in Casentino e a Cortona

Filtrano le prime novità legate al piano di riorganizzazione predisposto da Ubi per la ex Banca Etruria. Centro servizi ad Arezzo, taglio di 35 filiali (anziché 40 come inizialmente annunciato), di cui tre nell'Aretino. Il centro servizi...

nuova insegna UBI Banca

Filtrano le prime novità legate al piano di riorganizzazione predisposto da Ubi per la ex Banca Etruria. Centro servizi ad Arezzo, taglio di 35 filiali (anziché 40 come inizialmente annunciato), di cui tre nell'Aretino.

Il centro servizi

Caduta l'ipotesi di via Calamandrei come centro direzionale di Ubi, prende corpo, quella della nascita di uno snodo Ubiss (Ubi Sistemi e Servizi) ad Arezzo.

Ubiss è una società che si occupa della progettazione, realizzazione e gestione di applicazioni informatiche, processi operativi e strutture organizzative all'interno del gruppo Ubi, servendone le realtà in tutta Italia.

Arezzo sarebbe l'ottava città d'Italia ad ospitare un centro Ubiss, la sola del Centro assieme a Jesi. Al Sud ci sono soltanto Cosenza e Bari, al Nord troviamo Cuneo e quelle della Lombardia: Varese (2 sedi), Milano (6) e Bergamo (5).

I tempi: la creazione del centro servizi è prevista a cavallo tra la fine del 2017 e l'inizio del nuovo anno. Attualmente i dipendenti di via Calamandrei sono 350. Il centro Ubiss prevede l'assorbimento di 120-130 unità.

Cinque filiali in salvo

Rispetto all'annuncio del taglio di 40 filiali ex Etruria, cinque si dovrebbero salvare: saranno convertite, anche se potrebbero presentare una riduzione d'orario. Ne chiuderebbero così 35, di queste 3 sono nel territorio aretino. La Toscana, poco coperta sinora dalle filiali del gruppo, dovrebbe avere meno ripercussioni rispetto ad altre regioni come Umbria e Marche.

Due chiusure in Casentino, una a Cortona

Chiuderanno tre filiali in provincia, già fissata la data: quella del 24 novembre. Uno sportello si trova a Bibbiena, in piazza Roma. Un altro a Stia, in via Roma, e un ulteriore nel centro storico di Cortona, in via Santa Margherita.

I tre sportelli sacrificati saranno accorpati a quelli più vicini (Bibbiena stazione, Pratovecchio e Camucia), con la promessa fatta ai sindacati di non lasciare personale a piedi e di riallocarlo nelle vicinanze.

I sindacati

Non confermo, né smentisco - spiega Fabio Faltoni della Fabi Arezzo - sulla localizzazione delle chiusure. Saranno tre nell'Aretino, a partire da novembre. Tuttavia ci è stato assicurato che avverranno accorpamenti con filiali vicine. Restiamo in attesa di chiarezza anche sul destino di via Calamandrei, nella speranza che si concretizzino svolte positive dopo l'addio alle speranze del centro direzionale.

Bibbiena protesta

Tuttavia la ventilata chiusura dello sportello di piazza Roma a Bibbiena ha già innescato la protesta dell'amministrazione comunale, perché la filiale è considerata un servizio importante per il centro storico. E la giunta chiede un incontro con i vertici di Ubi.

La notizia ci ha colpito molto in maniera negativa - commenta il sindaco Daniele Bernardini - le politiche di rilancio dei piccoli centri storici toscani non può essere connotata da questi percorsi. Le filiali come quella che si trova nel nostro contesto, rappresentano un servizio significativo per i cittadini. Nell'incontro porteremo queste istanze che per noi sono assolutamente centrali. La speranza è che i vertici di Ubi possano venire incontro alle nostre richieste. La Toscana "minore" non ha più bisogno di enunciazioni, ma di azioni concrete che intervengano per la sua valorizzazione concreta.

@MattiaCialini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Etruria, così la riorganizzazione: centro servizi Ubi da 130 posti in via Calamandrei, 5 filiali in salvo. Chiusure in Casentino e a Cortona

ArezzoNotizie è in caricamento