rotate-mobile
Cortona Cortona

Cortona, salita Lucarini: via il ciottolato, maggiore decoro per l’accesso a piazza Garibaldi

La porta d’ingresso al centro storico è una vetrina per la promozione grazie alle opere del Maec e ai fotografi di Cortona On The Move

Si sono conclusi i lavori di rifacimento della salita «Spartaco Lucarini» e dei sentieri che collegano piazza Garibaldi al parcheggio dello Spirito Santo. Le novità non finiscono qui perché anche quest’anno si è rinnovato il progetto di promozione fra Maec e Cortona On The Move con l’esposizione di nuove immagini nelle bacheche che si trovano lungo il percorso.

Riguardo l’intervento edilizio, va ricordato che in precedenza il tragitto era pavimentato con ciottoli di fiume arrotondati immersi in un massetto. Pertanto, soprattutto nei mesi invernali, il percorso risultava piuttosto disagevole, poiché le rotondità sporgenti dei ciottoli erano scivolose e poco idonee al transito pedonale. Inoltre, le viuzze in terra battuta, adiacenti alla zona pavimentata, presentavano in alcuni tratti la staccionata laterale di protezione danneggiata e quindi poco sicura.

Grazie all’intervento effettuato dall’amministrazione comunale, il percorso è stato sistemato mantenendo l’attuale conformazione e sostituendo la pavimentazione con lastre di pietra serena rigata al fine di garantire una maggiore sicurezza ai pedoni. Progettazione e direzione dei lavori sono stati eseguiti dall’Ufficio Tecnico del Comune, l’investimento è stato pari a 55 mila euro ed ha riguardato anche l’installazione di nuove staccionate nei percorsi pedonali la sistemazione del fondo, la piazzetta e il rifacimento della rampa di ingresso adiacente a Viale Cesare Battisti.

I lavori sono stati illustrati dal sindaco Luciano Meoni, presente anche Fatima Lucarini, figlia del compianto Spartaco Lucarini a cui è stata dedicata la salita. Ma questo luogo di passaggio è anche una vetrina per i visitatori di Cortona, si è infatti rinnovata la collaborazione tra Cortona On The Move, festival internazionale di fotografia, e il Museo dell'Accademia Etrusca di Cortona. Un progetto che nasce con lo scopo di valorizzare attraverso il linguaggio fotografico, il Maec e i suoi reperti. Le novità sono state presentate dall’assessore alla cultura Francesco Attesti, da Carmen Liuzzi di Cortona On The Move e dal vice lucumone dell’Accademia Etrusca, Paolo Bruschetti.

A partire dal 2021 e con cadenza annuale, Cortona On The Move affida a un fotografo un lavoro che racconti la ricchezza del museo con una selezione di immagini. In questo modo le opere e i reperti del Museo escono dalle loro teche ed entrano a far parte del tessuto vitale del borgo etrusco. Il primo anno il racconto è stato affidato al fotografo Mattia Balsamini, nel 2022 le protagoniste sono le immagini realizzate da Francesco Andreoli con il progetto «Bluastri».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cortona, salita Lucarini: via il ciottolato, maggiore decoro per l’accesso a piazza Garibaldi

ArezzoNotizie è in caricamento