Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cortona

Cortona, interrogazione del M5S sul servizio di mensa scolastica

Riceviamo e pubblichiamo da Matteo Scorcucchi, portavoce M5S di Cortona. È notizia di questi giorni che la Prefettura di Cosenza ha emesso un provvedimento restrittivo e di misure straordinarie ai sensi dell’art. 84 e 94 del decreto legislativo...

mensascuola

Riceviamo e pubblichiamo da Matteo Scorcucchi, portavoce M5S di Cortona.

È notizia di questi giorni che la Prefettura di Cosenza ha emesso un provvedimento restrittivo e di misure straordinarie ai sensi dell'art. 84 e 94 del decreto legislativo 159/2011 nei confronti della società che si è aggiudicata l'appalto del servizio di mensa scolastica cortonese. Gli atti delle Autorità Giudiziarie riportano, infatti, che dal quadro indiziario risulterebbero elementi che rivelano delle connessioni concrete con la criminalità organizzata.

Nello stesso tempo l'autorità prefettizia di Cosenza, ove ha sede la Cardamone, ha invitato l'amministrazione cortonese a provvedere celermente all'applicazione delle procedure previste dall'art. 48 c. 17 e 18 del codice dei contratti pubblici. Queste misure prevedono la revoca immediata del contratto nei confronti della società colpita dal provvedimento e la verifica dell'eventuale prosecuzione con altro operatore del RTI, nel caso questo abbia i requisiti di qualificazione adeguati ai lavori richiesti.

Il M5S di Cortona, con il suo portavoce Matteo Scorcucchi, ha immediatamente presentato un'interrogazione urgente al sindaco e all'amministrazione per sapere se la stessa ha effettuato o avviato le procedure comunicate dalla Prefettura di Cosenza nei confronti della società gestrice colpita dal provvedimento, e se l'altra società del RTI possiede i requisiti per poter eventualmente proseguire e garantire il servizio scolastico anche per il prossimo anno scolastico 2017-2018.

Rimaniamo intanto esterrefatti e increduli per come un'amministrazione opera di fronte a certi avvenimenti e fatti che colpiscono servizi essenziali quali la mensa scolastica dei nostri figli, nascondendo certe notizie ai cittadini e mancando di totale trasparenza nei confronti degli stessi a distanza di quasi un mese dall'invito a procedere del Prefetto di Cosenza.

Il M5S di Cortona aveva visto lungo sulla vicenda fin dall'assegnazione della gara di appalto. Fin da subito, infatti, analizzando gli atti di gara e il contratto firmato solo a marzo 2017, abbiamo rilevato particolari indizi di valutazione e aggiudicazione che ci hanno insospettito, portandoci a monitorare attentamente il servizio svolto, il rispetto del capitolato e dell'offerta tecnica, la qualità e la quantità dei prodotti offerti nella mensa scolastica e la fornitura di quei servizi opzionali aggiuntivi sui quali l'RTI ha fondato la sua offerta, garantendosi così l'aggiudicazione del servizio.

Nelle nostre azioni di controllo, effettuate dal consigliere Scorcucchi nei plessi scolastici, sono state rilevate incongruenze e mancanze rispetto a quanto previsto dal capitolato, mancanze che prontamente abbiamo segnalato agli uffici comunali competenti. Nei confronti del gestore sono arrivate alcune sanzioni da parte dell'amministrazione dalla quale però, dobbiamo dire per dovere di cronaca, spesso non abbiamo ricevuto collaborazione e interesse nel seguire e monitorare più di tanto i disservizi del gestore che, a nostro avviso, sono stati abbastanza frequenti, come dimostrato dall'ultima nostra segnalazione riguardo la mensa di Montecchio dove l'amministrazione, per sua stessa dichiarazione, ha appreso le inadempienze del gestore solamente grazie alla nostra segnalazione.

La nostra convinzione nel pretendere il rispetto degli accordi previsti nel capitolato, nell'offerta e nel contratto sia da parte dell'amministrazione in qualità di ente appaltante che da parte del gestore come fornitore del servizio, ci ha portato a marzo 2017 a produrre un esposto all'Autorità Nazionale Anticorruzione affinché la stessa effettuasse le dovute verifiche competenti.

Adesso non ci rimane che attendere gli sviluppi della vicenda, augurandosi che una volta tanto un'amministrazione competente e trasparente effettui celermente le procedure richieste al fine di garantire il servizio mensa senza intoppi anche per il prossimo anno scolastico

Ovviamente il M5S di Cortona sarà sempre attento e vigilerà su qualsiasi atto pubblico e sul rispetto degli stessi, come fatto in questa occasione con maggior ragione essendo un servizio che interessa l'alimentazione dei nostri bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cortona, interrogazione del M5S sul servizio di mensa scolastica

ArezzoNotizie è in caricamento