rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cortona Cortona

Nuova direttrice della zona sanitaria della Valdichiana, dal centro destra: "Prendiamo le distanze dalla conferenza dei sindaci"

La nomina della nuova direttrice, proveniente da una zona non aretina, ha provocato polemiche sul fatto che la conferenza dei sindaci non abbia agito unita per ottenere una professionalità espressione del territorio

Qualche accenno lo aveva già fatto nella recente intervista il sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli. Non tutti hanno gradito la nomina della nuova direttrice della zona distretto della Valdichiana proveniente dall'Alta Val d'Elsa e così in sede di votazione all'interno della conferenza dei sindaci della Valdichiana si era astenuto. Oggi a prendere posizione è il centro destra unito per voce dei coordinamenti provinciali di Lega, Fratelli D'Italia e Forza Italia e dei rispettivi coordinamenti della vallata della Valdichiana.

"La conferenza dei sindaci esprime i bisogni sociosanitari delle comunità locali. Questo è il compito che la legge riserva a questo organismo. Ciò avviene quando questo organismo parla con voce univoca e si presenta compatto negli indirizzi da dare all'azienda. Prendiamo atto che così non è, da diverso tempo, come provano recenti prese di posizione dei vari sindaci giunte via via alla ribalta della cronaca. Questo è motivo di grande preoccupazione ed ha indotto Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia ad auspicare che nella recente nomina a Direttore di Zona il profilo del nuovo direttore di zona non potesse prescindere dal requisito della residenza in questo ambito territoriale. A nostro avviso era fondamentale una figura in grado di raccogliere le istanze reali della popolazione. Una persona che si cura e fa curare i propri cari in questo ambito, che ascolta la quotidianità della risposta sanitaria. Che raccoglie le testimonianze fuori dal ruolo istituzionale come uno del popolo e che si confronta con il vero volto della risposta sanitaria. Una persona del popolo e per il popolo. Prendiamo atto che così non è e che la conferenza dei sindaci risponde sempre meno al suo compito istituzionale e trasforma ogni giorno di più questa zona in una "terra di mezzo" che rischia di essere fagocitata dalle zone limitrofe. Senza entrare nel merito delle scelte aziendali ed augurando al nuovo direttore di zona buon lavoro, prendiamo le distanze dall'operato della Conferenza dei Sindaci."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova direttrice della zona sanitaria della Valdichiana, dal centro destra: "Prendiamo le distanze dalla conferenza dei sindaci"

ArezzoNotizie è in caricamento