Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cortona

Carabinieri consegnano tablet, pc e notebook agli studenti. I ringraziamenti della scuola

"Nel giro di una giornata hanno raggiunto gli alunni di Castiglion del Lago, Tuoro, Passignano, Castiglion Fiorentino, Arezzo, Foiano della Chiana, Torrita di Siena e Montepulciano"

E' stato grazie al supporto dei carabinieri che gli studenti dell'istituto superiore Luca Signorelli di Cortona hanno ricevuto a casa propria tablet, pc, webcam, notebook di ausilio per la didattica a distanza. A darne notizia è il dirigente scolastico che sottolinea come "ancor prima che arrivassero le comunicazioni del Miur e dell’ufficio scolastico regionale, l'istituto si è attivato per far giungere ai propri alunni quei materiali che erano stati lasciati a scuola, nella speranza che il distacco fosse breve".

Docente, personale ata e collaboratori scolastici si sono mobilitati per raccogliere il materiale e comunicare con le famiglie così da  conoscere le esigenze degli alunni. Successivamente il dirigente scolastico in accordo con il sindaco ha chiesto sostegno ai carabinieri di Cortona. "Il capitano Monica Dallari - fanno sapere ancora dalla scuola - ha manifestato subito un grande entusiasmo nel fare da tramite per aiutare i nostri alunni. Il nostro capitano ha coinvolto anche Andrea Caneschi, comandante della compagnia di Città della Pieve e il maggiore Roberto Vergato, comandante della compagnia di Montepulciano ed insieme, nel giro di una sola giornata hanno raggiunto i nostri alunni di Castiglion del Lago, Tuoro, Passignano, Castiglion Fiorentino, Arezzo, Foiano della Chiana, Torrita di Siena e Montepulciano. A guidare i tour dei nostri carabinieri il maresciallo Claudio Calicchia".

"In un momento difficile come questo - spiegano ancora dalla scuola - in cui ci troviamo spesso, soli in casa, in un'atmosfera in cui si debbono prendere le distanze dagli altri e si è spesso soli a condividere anche decisioni è molto bello constatare la solidarietà di un'intera comunità che si adopera perché nonostante la non normalità tutto possa essere normale, una comunità in cui ciascuno per le proprie possibilità e competenze fa la sua parte. E’ questo quello che ci rende forti è proprio questo, non solo la capacità di adattamento ma la forza e la disponibilità di essere al servizio, di essere solidali con l’altro e sostenerci a vicenda. Questo è il messaggio che in chat il dirigente scolastico ha dato ai suoi alunni oltre ad averli spronati a fare ognuno la propria parte, a rimanere a casa e a continuare a dare il meglio di sé sempre perché convinti che tutto non solo andrà bene ma ci renderà più forti. Pertanto, tutti gli alunni rappresentanti di classe, che rappresentano l’intera utenza scolastica, insieme a tutto il personale scolastico, si uniscono con il dirigente scolastico ai ringraziamenti per la collaborazione dimostrata dai carabinieri di Cortona ed in particolare dal capitano Monica Dallari che ci ha fatto sentire ancor più il senso di appartenenza alla nostra comunità. Senso di appartenenza che ci distingue come cortonesi e ancor più come italiani, popolo creativo e coraggioso che nella storia ha dimostrato di saper rialzare la testa in molte situazioni difficili e lo farà anche in questa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri consegnano tablet, pc e notebook agli studenti. I ringraziamenti della scuola

ArezzoNotizie è in caricamento