Cortona

Cantarelli, dipendenti in piazza a Cortona. Sindacati: "Lavoratori non informati". Nuovo incontro con il Ministero

Scenderanno in piazza per protestare e tornare protagonisti del dibattito. I dipendenti della Cantarelli manifesteranno questo pomeriggio a Cortona, in piazza della Repubblica, a partire dalle 15. “I lavoratori in questi giorni hanno assistito...

cantarelli-terontola

Scenderanno in piazza per protestare e tornare protagonisti del dibattito. I dipendenti della Cantarelli manifesteranno questo pomeriggio a Cortona, in piazza della Repubblica, a partire dalle 15.

"I lavoratori in questi giorni hanno assistito con stupore all'accavallarsi di notizie in ordine all'esito del secondo bando di gara, senza la minima informativa o presa di posizione ufficiale da parte degli organi che stanno gestendo l'amministrazione straordinaria della Cantarelli.

Con tutto il rispetto che è dovuto alle forme ed ai modi ed ai tempi della procedura di amministrazione straordinaria, è oggettivamente inammissibile che non si ritenga di primaria importanza rendere partecipi i lavoratori di decisioni e processi che vanno ad gravare direttamente su di loro e sulle loro famiglie e questo indipendentemente dall'esito positivo o negativo della vicenda"

Così le segreterie delle organizzazioni sindacali Filtem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil della provincia di Arezzo hanno spiegato le motivazioni con le quali è stata indetta la manifestazione di protesta. Spiegando che "dopo aver formalmente richiesto informazioni tanto al Ministero dello Sviluppo Economico che al Commissario senza esito alcuno, hanno quindi ritenuto necessario chiamare le lavoratrici ed i lavoratori della Cantarelli a rappresentare un'altra volta pubblicamente la gravità della situazione". Nel frattempo il Ministero dello Sviluppo Economico ha fissato un nuovo l'incontro con le organizzazioni sindacali e il Commissario straordinario. L'appuntamento è per l'8 novembre. L'attesa, per i dipendenti dello stabilimento di Terontola, è divenuta difficile da sostenere. L'apertura della busta con l'offerta per rilevare lo storico brand risale a oltre un mese fa. Ma gli esiti ufficiali si sono fatti attendere. In realtà, il ministero non ha bocciato, ma "rimandato" la proposta avanzata della cordata italo bulgara Men's Fashion Group, rappresentata da Antongiulio Pacenti e dai bulgari di Richmart. Si profila così la riapertura del bando.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantarelli, dipendenti in piazza a Cortona. Sindacati: "Lavoratori non informati". Nuovo incontro con il Ministero

ArezzoNotizie è in caricamento