menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Movida e assembramenti nel fine settimana, faccia a faccia tra Comune e operatori

L’obiettivo del Comune, condiviso con tutti i presenti, è quello di evitare assembramenti e comportamenti che possano favorire il contagio oltre che di sensibilizzare i clienti e le attività al rispetto delle norme

Si è svolta stamani in Municipio una riunione convocata dall’amministrazione Comunale alla presenza dei referenti delle associazioni del commercio e dei titolari dei pubblici esercizi. L’obiettivo del Comune, condiviso con tutti i presenti, è quello di evitare assembramenti e comportamenti che possano favorire il contagio oltre che di sensibilizzare i clienti e le attività al rispetto delle norme. Particolare attenzione viene rivolta a quello che succede nei locali e negli spazi esterni ai pubblici esercizi, soprattutto nel fine settimana.

"Siamo vicini a tutte le attività produttive del territorio - dichiara l’assessore Paolo Rossi - purtroppo adesso ci giungono segnalazioni di comportamenti non responsabili che si verificano di fronte ai locali nei fine settimana, adesso la situazione non è più tollerabile e non resta che fare un ultimo appello al rispetto delle normative, abbiamo deciso di fare un’iniziativa di sensibilizzazione alla quale sarà accompagnata anche un’azione di repressione".

Già da domani all’interno dei locali saranno distribuiti volantini informativi al fine che tutti conoscano quali sono i rischi che comportamenti sbagliati comportano alla salute di tutti e alle attività economiche. Contestualmente l’attività della Polizia municipale sarà orientata in modo più incisivo alla verifica delle situazioni di rischio.

"Abbiamo condiviso la necessità e la comune preoccupazione di evitare che si possano verificare comportamenti che favoriscono il contagio, alla luce anche della situazione che stanno vivendo i comuni del Perugino e quella crescente anche in zone limitrofe toscane - dichiarano Lucio Gori di Confesercenti e Carlo Umberto Salvicchi di Confcommercio - non possiamo abbassare l’attenzione perché la salute pubblica è la prima condizione per il sopravvivenza delle strutture imprenditoriali. Richiamiamo tutti al rispetto delle regole, consapevoli che la stragrande maggioranza degli operatori si comportano correttamente, ci appelliamo affinché non si verifichino concorrenze sleali praticando ribassi sulle soglie di attenzione".
"Ringrazio tutti gli operatori che hanno partecipato all’incontro - dichiara il sindaco Luciano Meoni - abbiamo un territorio vasto, ricco di attività e ci appelliamo alla massima collaborazione. Faremo la nostra parte con i controlli, ma l’unica soluzione per tutelare la salute delle persone e quindi le nostre imprese è che ciascuno abbia un atteggiamento responsabile. La nostra attenzione resta altissima anche in considerazione di quello che sta accadendo a pochi chilometri da noi". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento