Cortona

Prosciolto l'unico maggiorenne a processo per la devastazione dell'asilo di Camucia. Ecco perché

Ecco come è andata

L'unico maggiorenne della baby gang che si era resa responsabile della devastazione dell'asilo di Camucia nel Comune di Cortona è stato prosciolto.

Qualcuno lo aveva notato nei pressi della scuola e così era stato individuato come il boss che nell'aprile del 2018 aveva dato il via alla scorribanda che rese per giorni inutilizzabili i locali dell'asilo nido e della scuola materna di via XXV Aprile.

Furono azionati gli estintori nelle aule, versato latte e pomodoro sulle pareti, distrutti gli arredi e il materiale didattico.

I carabinieri che svolsero le indagini individuarono un gruppetto di ragazzi tra i quali un ventenne figlio di marocchini, con precedenti penali, che venne accusato di danneggiamenti aggravati e interruzione di pubblico servizio.

Il giovane, con una memoria depositata dall'avvocato difensore Francesco Valli ha dimostrato che quel giorno - quando un testimone sostiene di averlo visto nei pressi della scuola - non poteva trovarsi lì perché era convalescente dopo un intervento al menisco, deambulava male, con tutore e stampelle. Il Gip del Tribunale di Arezzo, Angela Avila, ne ha preso atto e ha archiviato la sua posizione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prosciolto l'unico maggiorenne a processo per la devastazione dell'asilo di Camucia. Ecco perché

ArezzoNotizie è in caricamento