menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Variante del Corsalone, Tellini: “E’ un’opportunità per tutto il Casentino”

Il progetto è stato ampiamente illustrato alla cittadinanza nel corso di due assemblee pubbliche che si sono tenute lo scorso inverno proprio al Corsalone

“La variante del Corsalone rappresenta una svolta per la viabilità di tutto il Casentino: il progetto consentirà lo smantellamento dell’area ex Sacci e l’alta vallata finalmente avrà una porta di accesso sicura e riqualificata”. Il sindaco di Chiusi della Verna e vice presidente dell’Unione dei Comuni con delega alle infrastrutture risponde così a chi vede nella variante un limite per il centro del Corsalone. “Ringraziamo la Regione per aver destinato 23 milioni di euro ad un progetto così importante per la vallata – ha continuato Tellini – i mezzi che passano in quel tratto di strada hanno bisogno di tempi di percorrenza più rapidi, considerato anche l’aumento del traffico degli ultimi anni. Il Corsalone ne trarrà solo benefici. Il nostro obiettivo è quello di migliorare la vita delle persone che vivono nella zona, di garantire più sicurezza ai tanti pendolari e di cambiare l’impatto visivo della porta di ingresso dell’alto Casentino”. Il progetto è stato ampiamente illustrato alla cittadinanza nel corso di due assemblee pubbliche che si sono tenute lo scorso inverno proprio al Corsalone. In entrambe le occasioni la struttura polivalente aveva registrato il tutto esaurito e il progetto aveva trovato l’approvazione dei presenti. “È importante capire l’importanza di questa opportunità per la nostra vallata: strade più sicure e veloci portano vantaggi in termini anche economici - ha concluso Tellini - i mezzi che percorrono la Sr71 ogni giorno per lavoro, non si fermavano al Corsalone oggi e non lo faranno nemmeno una volta terminato il progetto, da questo punto di vista non cambierà niente, mentre tante persone che vengono dagli altri paesi troveranno una strada di accesso più sicura e veloce e non potranno che essere incoraggiati a raggiungere il paese. Il commercio vedrà i benefici di un traffico meno congestionato che inviterà la gente a fermarsi non meno di prima, abbiamo già un esempio a Bibbiena Stazione. Non dobbiamo poi dimenticarci il turismo: questa variante si collegherà alle altre in corso d’opera rendendo molto più veloce il collegamento con Arezzo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

  • Gossip Style

    Il mistero di Coco Chanel, vera influencer prima dei social

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento