rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Casentino Poppi

Unione dei Comuni del Casentino sempre più centrale: verso firma convenzione e nuova sede

I sindaci di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini e di Ortignano Raggiolo Emanuele Ceccherini, tornano a parlare di Unione dei Comuni Montani del Casentino al termine di un altro anno di forti cambiamenti

“L’Unione dei Comuni Montani del Casentino oggi rappresenta a tutti gli effetti il punto di riferimento della vallata – hanno dichiarato il vice presidente Giampaolo Tellini e l’assessore al bilancio e al piano strutturale Emanuele Ceccherini ribadendo l’importanza dell’Ente per il territorio – tutti i comuni del Casentino gestiscono in associato con l’Unione funzioni determinanti per i cittadini, come quella di Protezione Civile che ha giocato un ruolo centrale nella gestione della pandemia. In passato ci sono state criticità, questo è innegabile, ma oggi l’Unione funziona e grazie al processo di risanamento e riorganizzazione è ancora più centrale di quanto non lo era prima”. Con queste parole i sindaci di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini e di Ortignano Raggiolo Emanuele Ceccherini, tornano a parlare di Unione dei Comuni Montani del Casentino, e lo fanno al termine di un altro anno di forti cambiamenti, dopo aver visto la riorganizzazione di molti servizi interni, il risanamento del bilancio e il distaccamento della sede con l’inaugurazione della struttura in località Pianacci, l'Ente infatti si prepara al rinnovo della convenzione e alla costruzione di una nuova sede, in grado di rispondere alle necessità del territorio e perfettamente a norma. “Il momentaneo trasferimento degli uffici è quasi completato – ha continuato Tellini – nel 2021 inizierà la demolizione della vecchia struttura, che non rispondeva alle norma anti sismiche, e successivamente inizierà la costruzione della nuova sede. Questo ultimo passaggio chiuderà il cerchio di un biennio intenso di cambiamenti che hanno dato una nuova immagine all’Ente. Oggi l’Unione ha un’organizzazione più snella, un organico ben formato e integrato con professionisti qualificati che hanno dato nuova linfa al personale, i servizi sono più veloci rispetto al passato e le risposte ai cittadini più rapide. Ci sono le premesse per dare vita ad una nuova convenzione e ad un Ente nuovo, funzionale, centrale per tutto il Casentino, non solo per i comuni che ne fanno parte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione dei Comuni del Casentino sempre più centrale: verso firma convenzione e nuova sede

ArezzoNotizie è in caricamento