Subbiano

Passione, la notte delle processioni: da Santa Firmina a Subbiano, passando per San Zeno e Rigutino. Gli appuntamenti

E' il giorno della via Crucis. Aspettando la Pasqua, questa sera tantissimi aretini raggiungeranno le parrocchie per raccogliersi in preghiera e ripercorrere le ultime tappe della vita di Gesù, fino alla crocifissione. Ogni parrocchia ne organizza...

via_crucis_rigutino6

E' il giorno della via Crucis. Aspettando la Pasqua, questa sera tantissimi aretini raggiungeranno le parrocchie per raccogliersi in preghiera e ripercorrere le ultime tappe della vita di Gesù, fino alla crocifissione. Ogni parrocchia ne organizza una. Ma in alcuni casi ci sono associazioni e parroci che si fanno in quattro per rendere l'evento ancora più realistico e più toccante, ma anche per coinvolgere e avvicinare sempre più fedeli. Sono le processioni con i quadri viventi, quelle con i fedeli incappucciati, quelle che iniziano con la rappresentazione del processo a Gesù.

Ecco gli appuntamenti dell'Aretino.

In città monsignor Riccardo Fontana alle 20.30 presiederà la celebrazione della Passione del Signore che sarà seguita dalla Via Crucis che dal Duomo aretino arriverà fino alla basilica di San Domenico.

SANTA FIRMINA

Con il patrocinio del Comune di Arezzo e della Provincia, torna la Via Crucis di Santa Firmina venerdì 30 marzo a partire dalle 21,15: uno dei momenti rievocativi della passione di Gesù di maggior richiamo per i cittadini.

L’evento, giunto alla sua ventesima edizione, parte dalla rappresentazione dell’ultima cena, per passare poi al processo di condanna, alla processione verso la sommità della collina di Cagialla, durante la quale si tiene la lettura dei brani sacri a ognuna delle stazioni, e chiudersi con la crocifissione.

Il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini: “la collaborazione fra l’associazione Don Franco e l’amministrazione comunale è aumentata in questi ultimi due anni perché non è semplice organizzare manifestazioni di questo genere, dunque se possiamo dare una mano lo facciamo. Per mantenere un evento del genere ma anche altri analoghi che si tengono nel territorio, cito San Zeno e Rigutino, credo che l’intento sia renderli attrattivi non solo per i concittadini ma anche per i fedeli che vivono fuori. La collaborazione del Comune è aperta quindi a tutte le realtà. Auspico ampia partecipazione perché l’impegno dei volontari è tanto ma la qualità della rappresentazione è veramente alta”.

“L’idea – ha sottolineato Domenica Gudini, presidente dell’associazione Don Franco – nacque all’inizio del 1999 da un gruppo di componenti del consiglio parrocchiale insieme a don Franco Bindi, colui che per lungo tempo ha guidato la parrocchia di Santa Firmina. Negli anni il numero dei figuranti ha raggiunto le 200 unità, un risultato davvero gratificante: parliamo di persone del paese che s’impegnano affinché la rappresentazione non abbia nulla a che vedere con la teatralità ma rispetti il suo vero significato religioso. Inoltre, l’allestimento e lo scenario naturale del paesaggio, essendo molto suggestivi, contribuiscono a coinvolgere i presenti in un clima di autentica partecipazione”.

RIGUTINO

Nella splendida cornice della Pieve di Rigutino e nel suggestivo scenario naturale tra cipressi e ulivi

Presenta la Passione di Cristo e Via Crucis

Venerdi 30 marzo 2018 alle ore 21,15.

Con oltre 70 figuranti verrà rappresentata la Passione di Cristo e Via Crucis.

E' previsto il servizio navetta dal parcheggio della Chiesa di Rigutino alla Pieve di Rigutino (Sassaia)

SAN ZENO

L'appuntamento ai piedi della collina di San Zeno è alle 21 circa. La prima parte della rappresentazione viene fatta nel piazzale antistante la chiesa dove si celebra tutto il processo a Gesù Cristo, al termine del quale Gesù carica la croce sulle spalle e si avvia verso la sommità. Gli altri attori e i fedeli in processione lo seguono.

La processione si snoda lungo la stradina di campagna illuminata con candele: lungo il percorso si trovano le "stazioni". L'ultima scena, quella della crocifissione, si svolge sulla sommità della collina.

CASTIGLION FIORENTINO

A Castiglion Fiorentino le processioni sono iniziate martedì scorso. Questa sera un nuovo appuntamento nel centro storico e domenica in programma la tradizionale "Resurrezione con la volata", durante la quale la statua di Cristo è trasportata di corsa a spalle per tutta la navata centrale della Collegiata.

SUBBIANO

Oltre settanta figuranti animeranno varie scene dei momenti più significativi della vita di Gesù a Subbiano. La manifestazione, curata da Virgilio Badii, daranno vita a numerose scene, alcune tratte dai quattro Vangeli che non appartengono alla Passione e Morte in croce ma che ripercorrono la vita di Gesù.

La Via Crucis partirà alle ore 21 dalla vecchia chiesa di Santa Maria della Visitazione e raggiungerà piazza Sotto Le Mura, a ridosso dell'antico

castello medioevale lungo la sponda del fiume Arno. TERRANUOVA Viene riproposta quest'anno a Terranuova la "Processione di Gesù Morto", curata all'associazione "Dritto e Rovescio" in collaborazione con l'amministrazione comunale e la parrocchia di Santa Maria Nuova. Almeno quattrocento le persone coinvolte, di cui trecento figuranti. I cortei partiranno dal piazzale dell'oratorio San Benedetto: alle ore 21,00 un corteo di 16 figuranti muoverà dal piazzale dell'oratorio e percorrendo via Garibaldi, piazza della Repubblica, via Poggio Bracciolini e via Verdi raggiungerà la sala del consiglio dall'entrata laterale, dove avrà luogo la scena dell'ultima cena. Alle ore 21,10 un corteo di 20 figuranti muoverà dal piazzale dell'oratorio e percorrendo via Garibaldi, piazza della Repubblica, via Roma, piazzale Trento e piazza della Liberazione raggiungerà la parte rialzata della piazza dove avrà luogo la scena dei Getsemani. Alle 21,25 un corteo di 80 figuranti muoverà dal piazzale dell'oratorio e percorrendo via Garibaldi e via Fazia raggiungerà il palco e sottopalco di piazza Canevaro dove avrà luogo la scena del Sinedrio. Dopo il ricongiungimento con i figuranti della scena dei Getsemani, alle 21,40 partirà l'ultimo corteo, il più imponente, con ben 140 figuranti che muoveranno dal piazzale dell'oratorio e percorrendo via Garibaldi, via Fazia, via della Madonna e via Roma raggiungeranno Piazza della Repubblica dove avrà luogo la scena del processo a Gesù davanti a Pilato.

Al termine tutto il contingente raggiungerà il piazzale del parcheggio del cimitero e il campo sottostante, dove avrà luogo la scena della crocefissione e della deposizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passione, la notte delle processioni: da Santa Firmina a Subbiano, passando per San Zeno e Rigutino. Gli appuntamenti

ArezzoNotizie è in caricamento