Mercoledì, 23 Giugno 2021
Subbiano

La sclerosi multipla e un messaggio da portare: la storia di Osky, a piedi da Genova a Subbiano

E' un ingegnere, ha 36 anni e si chiama in realtà Marco Togni. La sua "impresa", fatta in più tappe, serve a sensibilizzare l'Italia su una terribile malattia

E' arrivato a Subbiano Marco Togni che è in viaggio a piedi da Genova per sensibilizzare sulla sclerosi multipla. Marco Togni, un volontario Aism, Osky per gli amici, ingegnere di 36 anni, è stato accolto dal sindaco Ilaria Mattesini, con una delegazione dell'amministrazione.

Marco Togni - spiega una nota dell'amministrazione - ha consegnato la Carta dei Diritti delle persone con sclerosi multipla per far comprendere i diritti dall'inclusione sociale, al diritto alla cura, alla ricerca scientifica, al lavoro e ad una buona qualità della vita, diritti che Subbiano ha insiti nella sua storia di territorio e di popolo e ad oggi porta avanti importanti progetti di inclusione con le associazioni. Un grazie da parte del sindaco con l'impegno, per Subbiano, ad essere sempre pronti a portare avanti progetti a sostegno delle persone più deboli.

Nella foto Marco Togni, arrivato a piedi da Arezzo, dopo la sua tappa di ieri nella sede Aism di Piazza Andromeda, con la carta dei diritti in un passaggio di mano con la Storia di Subbiano con il sindaco

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sclerosi multipla e un messaggio da portare: la storia di Osky, a piedi da Genova a Subbiano

ArezzoNotizie è in caricamento