rotate-mobile
Casentino

Disservizi nella raccolta rifiuti, il Comune di Castel Focognano protesta con Sei Toscana

Il vice sindaco Marco Rosini: "Alcuni cassonetti sono al limite della decenza. E le tariffe continuano ad aumentare. Il servizio va migliorato in fretta"

In questi giorni l’amministrazione comunale di Castel Focognano ha reso noto ai suoi cittadini il contenuto di una missiva inviata a Sei Toscana e per conoscenza ad Ato Rifiuti e all’Unione dei Comuni del Casentino. Questo è il contenuto della lettera a firma del vice sindaco Marco Rosini, con l'avvertenza per i cittadini a rivolgersi per disservizi e/o problematiche inerenti la raccolta dei rifiuti al numero verde 800 127484.

“Riteniamo doveroso segnalare la presenza in ambito comunale di malfunzionamenti e disservizi nella raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani. In particolare si segnala la situazione dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti che sono rotti o malfunzionanti ed anche maleodoranti. Per questo aspetto, al limite della decenza in alcuni casi, si chiede un immediato e urgente intervento per ricondurre il servizio offerto ad uno standard qualitativo eccellente, dato il costo dello stesso.

Questa situazione crea non pochi problemi alla amministrazione comunale che si trova a dover raccogliere e fronteggiare le sempre più frequenti lamentele dei propri cittadini per le carenze di un servizio la cui qualità dipende esclusivamente da Voi. A questo si aggiunga il continuo aumento dei costi del Piano Economico Finanziario che costringe l’amministrazione ad un sistematico aumento delle tariffe senza un corrispondente miglioramento della qualità del servizio offerto. In buona sostanza ci troviamo a dover fare gli esattori per un servizio qualitativamente scarso e inefficiente i cui costi sono diventati insostenibili e, essendo in continuo aumento, costringono l’amministrazione a dover far fronte alle continue e legittime lamentele dei propri cittadini che vedono negli amministratori comunali la causa diretta dei disservizi.

E’ arrivato il momento di invertire la rotta provvedendo da un lato a migliorare lo standard qualitativo dei servizi offerti e al contempo ad invertire la dinamica dei costi in continua, costante crescita. Faremo tutto il possibile per porre fine a questo modo di operare dove Voi, a prescindere dall’effettivo servizio effettuato, vi avvalete delle varie amministrazioni comunali per fare cassa e lasciate alle stesse l’ingrato compito di rispondere dei disservizi.

Siamo disponibili ad un confronto franco sulle problematiche evidenziate e confidiamo in un sollecito riscontro a cui faccia seguito nei fatti un evidente ed effettivo miglioramento del servizio offerto che possa giustificare l’incremento dei costi del piano economico finanziario.” 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disservizi nella raccolta rifiuti, il Comune di Castel Focognano protesta con Sei Toscana

ArezzoNotizie è in caricamento