menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premio Vittorio Sgarbi, tra i finalisti un artista rassinese: è PierPaolo Lorenzini.

Questo premio consentirà all'artista di veder pubblicata, con cadenza mensile per sei mesi, una sua opera sulla pagina del Sito Ufficiale di Vittorio Sgarbi, un’esclusiva vetrina web consultabile attraverso il portale d’arte Premio Vittorio Sgarbi

Si tratta della prima edizione di un evento prestigioso dedicato agli artisti contemporanei voluto e organizzato da «EA Effetto Arte», con la direzione del noto critico Vittorio Sgarbi.
Il premio Sgarbi ha lo scopo di promuovere e sostenere l’arte contemporanea, un riconoscimento unico nel suo genere che comprende varie sezioni dedicate alla pittura, alla scultura e alla fotografia.
Per ciascuna sezione sono stati selezionati interpreti nazionali ed internazionali, alla fase finale per la pittura, quindi, c'è anche il rassinese doc ier Paolo Lorenzini, in arte Cotte.
Questo premio consentirà all'artista di veder pubblicata, con cadenza mensile per sei mesi, una sua opera sulla pagina del Sito Ufficiale di Vittorio Sgarbi, un’esclusiva vetrina web consultabile attraverso il portale d’arte Premio Vittorio Sgarbi. Le opere selezionate compariranno  nel Volume di raccolta e, inoltre, 100 opere tra quelle ammesse al Premio, saranno selezionate da Vittorio Sgarbi per un’importante mostra che il Professore inaugurerà nel 2021 a Ferrara.
Dopo innumerevoli mostre collettive e personali in varie città italiane, un altro importante riconoscimento per Pier Paolo Lorenzini che, fin da bambino, convive con la trasformazione delle cose semplici in oggetti artistici, estro creativo che apprende dalle sapienti mani nella sartoria del padre dal quale eredita il senso del bello, originalità e capacità di dar forma a manufatti sempre nuovi.
Spinto a sperimentare costantemente la combinazione tra la materia e il colore, utilizza stoffe, stracci con tecniche sempre nuove servendosi anche materiali di recupero, carte, legno, compensato, juta, cartone ...per poi ricomporli su tela con catrame, plastiche fuse, smalti e fili sottili realizzando così tavole e dipinti  in un intreccio di colori accesi e molto suggestivi.

L’Amministrazione del comune di Castel Focognano, il 12 ottobre 2019 a Rassina, suo paese natale dove vive e lavora, ha ospitato una sua mostra dal titolo C.O.T.T.E.&Cotte,  un’esposizione personale  dedicata alla figura del padre: il sarto Lorenzo conosciuto con il soprannome “C.O.T.T.E.”.

L’Amministrazione, unitamente a cementeria Colacem, ha concesso il patrocinio che ha permesso la pubblicazione del catalogo. “E’ stato un piacere accogliere la richiesta di collaborazione  da parte di un artista locale  ed è sempre un grandissimo piacere che ci riempie d’orgoglio assistere ai suoi successi che fanno onore all’intera nostra comunità e hanno anche la forza di smentire il detto che “nessuno è profeta in patria” ha commentato il sindaco di Castel Focognano Lorenzo Ricci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento