Casentino

Presidenza Unione Comuni Casentino. Lega: "Certi che nessun sindaco verrà meno alla propria caratterizzazione politica"

La Lega, come primo partito del centro-destra nazionale auspica che vi sia, da parte dei sindaci chiamati al voto, l’assoluto rispetto del volere degli elettori

È in calendario per lunedì 12 aprile la votazione utile ad identificare chi ricoprirà il ruolo di presidente dell’Unione dei Comuni del Casentino. "Un passaggio importante - spiegano dalla Lega - il nostro partito, che nella vallata non esprime direttamente alcun primo cittadino, pur essendo rappresentata in diversi consigli comunali, si è sin da subito posto in attenta osservazione delle proposte e dei movimenti dei Comuni interessati al voto. L’auspicio è che vi sia la doverosa osservanza delle regole statutarie dell’Unione e delle decisioni della giustizia amministrativa che hanno interessato questo organo nel recente passato, a tutela della rappresentatività piena di tutte le realtà della vallata. In questo senso non può trascurarsi la questione relativa alla posizione del comune di Castel San Niccolò e alle vicende che hanno determinato l’interruzione, per ben due volte, del “turno” statutario, addirittura registrando una pronuncia del tar in senso favorevole all’allora sindaco Agostini. In ogni caso - e di questo la Lega, come primo partito del centro-destra nazionale se ne farà attento scrutatore - auspica che vi sia, da parte dei sindaci chiamati al voto, l’assoluto rispetto del volere degli elettori". 

“Ci aspettiamo che i sindaci che hanno ottenuto un'affermazione elettorale ponendosi come alternativi al Partito Democratico rifuggano da qualsiasi tentazione di appoggiare, per qualunque motivo, candidati che possano essere espressione diretta (e dichiarata) proprio del Pd - commenta il commissario provinciale Lega Matteo Grassi - Insieme ai nostri tesserati nelle istituzioni locali del Casentino osserveremo con attenzione le scelte che verranno operate, prendendo atto di quelli che saranno gli orientamenti individuali, così da definire esattamente le posizioni”.

“I nostri rappresentanti nelle istituzioni sono garanti del voto dei cittadini e non appoggeranno scelte diverse da una netta antitesi al PD - sottolinea il referente territoriale Lega del Casentino Marco Tiezzi - Siamo certi che nessun sindaco verrà meno alla propria caratterizzazione politica con scelte che non verrebbero comprese, in primis, dai cittadini stessi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidenza Unione Comuni Casentino. Lega: "Certi che nessun sindaco verrà meno alla propria caratterizzazione politica"

ArezzoNotizie è in caricamento