Lunedì, 18 Ottobre 2021
Pratovecchio Stia Pratovecchio

Spazi per lo smart working: aperto il bando

Ricordiamo che il progetto di Officine Capodarno è stato voluto dal Comune di Pratovecchio Stia e co-finanziato da fondi ministeriali delle Aree Interne

L’amministrazione comunale di Pratovecchio Stia raddoppia: dopo il servizio di coworking, arriva ad Officine Capodarno, un servizio per lo smart-working e un bando dedicato a cui possono partecipare tutti coloro che desiderano coniugare la vita in un territorio montano con la possibilità di svolgere anche a distanza il proprio lavoro.  In sostanza si offrono postazioni di lavoro “smart” ad affitti mensili molto convenienti, per permettere, prioritariamente ai residenti nel comune di Pratovecchio Stia e quindi a lavoratori autonomi o dipendenti nei comuni del Casentino-Valtiberina, di poter lavorare senza spostarsi dal territorio dove vivono, e anche per agevolare l’ingresso di nuovi residenti lavoratori che hanno deciso di fare “smart-working” dal nostro territorio. Il progetto sara? gestito direttamente dall’Rti Laboratorio di Sviluppo, gestore di Officine Capodarno. Il bando per lo smart-working rientra pienamente nelle finalità di Officine Capodarno, ovvero ampliare le opportunità lavorative dei cittadini delle zone montane, nell’ottica di contrastare lo spopolamento che questi territori stanno vivendo.

Le postazioni di lavoro messe a disposizione dal bando sono 4 e si trovano al primo piano della sede di Officine in Via Vittorio Veneto, 12 a Stia nel comune di Pratovecchio-Stia.
Ogni postazione avra? a disposizione uno spazio adeguato con tavolo, sedie e connessione wi-fi. Sono a disposizione di tutti i nuovi lavoratori, anche una stampante e fotocopiatrice in comune.

Il costo dell’affitto, comprensivo di pulizia, è di 50 euro mensili. Officine mette, tuttavia a disposizione degli assegnatari, anche altri spazi e beni comuni come l’aula magna, possibilità di organizzare corsi o piccoli eventi, ma anche un primo confronto sulla propria attività lavorativa con gli esperti di Officine.

I soggetti interessati possono presentare la domanda di ammissione compilando il modulo allegato al bando scaricabile dal sito del comune https://www.comune.pratovecchiostia.ar.it/hh/index.php.

Tutta la documentazione dovra? essere inviata via mail a info@officinecapodarno.it
Le domande saranno ammesse secondo l’ordine cronologico di presentazione. Il bando e? permanente e valido fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Le domande pervenute dopo l’esaurimento dei posti, saranno messe in lista d’attesa alla quale si farà riferimento qualora qualcuno degli assegnatari dovesse rinunciare. Per informazioni e chiarimenti: info@officinecapodarno.it

Ricordiamo che il progetto di Officine Capodarno è stato voluto dal Comune di Pratovecchio Stia e co-finanziato da fondi ministeriali delle Aree Interne. La struttura e? gestita dall’ RTI “Laboratorio di Sviluppo” composto da Pegaso Network, Dream Italia, Dream Formazione consulenza e PI Greco Bottega d’ingegneria, un gruppo di professionisti che operano in diversi ambiti dalla formazione professionale alla gestione di complessi progetti forestali e di ingegneria naturalistica.

Con il nuovo percorso di smart-working si cerca di agevolare la scelta della montagna come luogo di lavoro anche a distanza e di sostenere le nuove attività giovanili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spazi per lo smart working: aperto il bando

ArezzoNotizie è in caricamento