Venerdì, 24 Settembre 2021
Pratovecchio Stia

Pratovecchio Stia, la qualità nelle mense scolastiche sempre più a Km zero

Il Comune di Pratovecchio Stia ha indetto due manifestazioni d’interesse per le mense scolastiche, entrambi con lo scopo di proporre un servizio di qualità con prodotti a filiera corta e Km 0 (almeno il 30% sulle forniture). Già da diversi anni...

Il Comune di Pratovecchio Stia ha indetto due manifestazioni d'interesse per le mense scolastiche, entrambi con lo scopo di proporre un servizio di qualità con prodotti a filiera corta e Km 0 (almeno il 30% sulle forniture).

Già da diversi anni, vari progetti, tra cui "Oltreterra" (ideato dalla Condotta Slow Food di Forlì, al quale hanno aderito il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi per rilanciare l'Appennino la condotta Slow Food del Casentino ed altre associazioni), sono stati attivati con l'obiettivo di incentivare lo sviluppo del territorio e delle sue produzioni. L'Amministrazione Comunale ha fatto proprio questo concetto nella sua totalità, trattando come primo tema "Mense Agricole Scolastiche" la cui finalità è quella di migliorare la qualità del cibo che i bambini mangiano nelle mense scolastiche dei Comuni all'interno del Parco, utilizzando prodotti agricoli locali, lavorando sugli approvvigionamenti, sulle pratiche sostenibili e sulla formazione di utenti e personale delle mense. Si ricorda anche il progetto "Crescere Slow", avente per oggetto la "buona" gestione delle "mense scolastiche" presenti nel territorio Comunale, per il quale Il nostro Ente è stato premiato dalla Regione Toscana "quale buone pratiche già operanti in Toscana per l'EXPO 2015", e non per ultimo in questo passato anno scolastico il progetto "Pensa che mensa nel Parco" svolto in collaborazione con la Condotta Slowfood e con il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi che ha coinvolto le scuole primaria e dell'infanzia e l'asilo nido, con la Commissione Mensa Comunale che ha proposto in linea con la "filosofia del territorio" alcune modifiche al menù scolastico.

Sulla base degli atti d'indirizzo dati dall'amministrazione comunale, saranno espletate dunque tutte le procedure necessarie a garantire la qualità del servizio mensa.

La prima manifestazione, riguarda il servizio - diretto o in supporto a quello fornito dall'amministrazione stessa - presso la scuola primaria "Paolo Uccello", l'asilo nido "Alberto Fani" e per il supporto mensa alla scuola dell'infanzia "Luciano Ghelli" del Comune di Pratovecchio Stia, mediante successiva procedura negoziata con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, da svolgersi sul Sistema telematico acquisti regionale della Toscana (Start), riservata alle Cooperative sociali e loro Consorzi, per la durata di 3 anni (base d'asta 381.600 euro). La manifestazioni di interesse deve pervenire in modalità telematica attraverso il Sistema Telematico Acquisti Regionale della Toscana (START) all'indirizzo internet: https://start.e.toscana.it/cm casentino, entro il 4 luglio.

L'altra manifestazione è per la fornitura dei generi alimentari (frutta, verdura, olio, pan e prodotti da forno, surgelati, carni e generi alimentari vari) per la mensa alla scuola dell'infanzia "Luciano Ghelli" gestita direttamente dal Comune (38.500 euro totali di tutte le forniture, la durata dell'affidamento sarà triennale). La manifestazioni di interesse deve pervenire tramite PEC o consegnata all'Ufficio Protocollo entro il 6 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pratovecchio Stia, la qualità nelle mense scolastiche sempre più a Km zero

ArezzoNotizie è in caricamento