menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genitori di una bimba disabile chiamati a fare il vaccino a Firenze, ma rimandati indietro senza somministrazione

La famiglia risiede in Casentino. La Lega, attraverso il consigliere regionale Marco Casucci, presenterà un'interrogazione

Chiamati a fare il vaccino a Firenze, ma fatti tornare indietro senza somministrazione. La vicenda viene riportara da Marco Casucci, consigliere regionale della Lega e riguarda i genitori di una bambina disabile, residenti a Pratovecchio-Stia.

"In pratica, i genitori di una minore disabile, sarebbero riusciti, dopo una settimana di attesa, ad avere il via libera per potersi recare all'ospedale fiorentino di Careggi, dove sarebbe stato iniettato il vaccino. Arrivati nel nosocomio, però sarebbero stati informati che si era verificato un errore e che quindi non potevano essere immunizzati; pare, tra l'altro, che questa disavventura, fosse pure capitata, nei giorni precedenti, ad altre persone. Per chiarire i termini di una questione che appare molto grave redigerò quindi un'interrogazione in cui chiederò dettagliate spiegazioni in merito all'assessorato competente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento