menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, a Pratovecchio un questionario per capire gli aspetti psicologici e sociali

Il questionario, in forma completamente anonima, è finalizzato a conoscere l’impatto sulle relazioni familiari, affettive e sociali, le reazioni psicologiche e le aspettative per il futuro nella fase di graduale ritorno alla normalità

Dopo il periodo di lockdown, durante il quale sono proseguiti telefonicamente, via Skype e on line i progetti già attivati quali lo “sportello psicologico scolastico” ed “Educare Insieme”, prosegue anche nella fase 2 l’attività di supporto psicologico promosso dall’Amministrazione comunale per l’emergenza Covid -19. Gli psicologi, Elisa Moscino e Francesco Ridolfi, hanno infatti rimodulato i percorsi avviati, creando un questionario per valutare le conseguenze sul benessere psicologico e sociale che l’emergenza ha determinato su adulti ed insegnanti. Il questionario, in forma completamente anonima, è finalizzato a conoscere l’impatto sulle relazioni familiari, affettive e sociali, le reazioni psicologiche e le aspettative per il futuro nella fase di graduale ritorno alla normalità.  I dati raccolti saranno trattati nel rispetto della vigente normativa sulla privacy e sul segreto professionale.  Il questionario è disponibile on line qui https://bit.ly/2LPxijy  

“Il benessere psicologico è fondamentale per ognuno - ha dichiarato Silvia Mazzarone, Assessore con delega alla Scuola e alle Pari Opportunità - ed è grazie a questo che ogni individuo può sfruttare al massimo le proprie capacità cognitive o emozionali necessarie per rispondere alle esigenze della vita quotidiana, a stabilire relazioni positive e mature e ad adattarsi costruttivamente alle esperienze ed ai cambiamenti che la vita pone innanzi ad ognuno di noi. Partendo da questo presupposto sono nati e si sono sviluppati i progetti in collaborazione con la dott.ssa Moscino e il dott. Ridolfi.  Il momento che stiamo vivendo in seguito al Covid ci ha posto davanti a nuove problematiche che porteranno conseguenze difficili da valutare. Da dove ripartire? Quali progetti mettere in atto in questa situazione tanto drammatica quanto nuova ed inaspettata? Da queste domande è nata l'idea del questionario. Abbiamo bisogno di avere il polso della situazione per poter ripartire. È stato formulato anche un questionario rivolto agli insegnanti grazie alla sempre fattiva collaborazione con l'I.C. Alto Casentino.  Mi auguro che in molti dedichino pochi minuti del loro tempo per aiutarci ad aiutare”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Calcio

    Triestina-Arezzo. Le pagelle di Giorgio Ciofini

  • Scuola

    "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

  • Cucina

    I quaresimali: un peccato di gola concesso anche alle monache

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento