Mercoledì, 23 Giugno 2021
Poppi

Prima i corsi in azienda e poi l'assunzione. Omac apre le porte a studenti e disoccupati

L’azienda copre una superficie di oltre 1000 metri quadrati con 23 addetti tra responsabili di settore, operai e impiegati, e segna una costante crescita di fatturato raddoppiato nell’ultimo biennio

Fabio Mangani (foto ufficio stampa)

Formare e selezionare tornitori attraverso corsi gratuiti pratici e teorici all’interno dell’azienda. Questo l’obiettivo del progetto lanciato dall’azienda Omac di Porrena di Poppi, realtà specializzata in lavorazioni meccaniche di precisione, e promosso dall’agenzia per il lavoro Randstad. Il percorso coinvolgerà gli studenti dell’Isis Enrico Fermi di Bibbiena i quali avranno la possibilità di apprendere nozioni teoriche e pratiche. Ma non è tutto. Il ciclo di corsi terminerà con l’assunzione di 3 tornitori, che avvieranno una collaborazione con l'impresa e completeranno la loro formazione. “È un progetto nuovo che ha seguito e promosso mio genero Giampiero, ormai da anni al mio fianco nella guida dell’azienda – ha dichiarato il titolare Fabio Mangani, che insieme alla moglie Tiziana guida l’azienda da oltre 40 anni – uno dei punti di forza della Omac è proprio l’innovazione. Nel tempo abbiamo continuamente aggiornato le macchine utensili con cui lavoriamo, facendo investimenti importanti e inseguendo certificazioni di qualità produttiva e amministrativa che ci hanno permesso di lavorare con società leader mondiali del settore. Il mondo della meccanica è in continua evoluzione e per stare al passo è necessario aggiornarsi, investire, promuovere e sostenere nuovi progetti come quello che abbiamo pensato insieme all’agenzia Randstand, coinvolgendo giovani del territorio”.

La Omac nasce nel 1978 in un piccolo garage di casa, occupandosi di piccole lavorazioni meccaniche e di riparazioni elettromeccaniche attraverso l’utilizzo di macchine tradizionali. Nel 1990 la svolta, con l’acquisto del primo tornio a controllo numerico. Oggi l’azienda copre una superficie di oltre 1000 metri quadrati con 23 addetti tra responsabili di settore, operai e impiegati, e segna una costante crescita di fatturato raddoppiato nell’ultimo biennio.

"Crediamo che sia di fondamentale importanza pensare al futuro e investire in formazione – aggiunge Tiziana Giorgi, account manager dell’agenzia per il lavoro Randstad spa filiale di Arezzo - per questo abbiamo organizzato, con la preziosa collaborazione dell'azienda Omac, un corso di formazione per tornitori. Il corso è a numero chiuso e i 6 partecipanti avranno la possibilità di specializzarsi e acquisire competenze spendibili nel settore metalmeccanico. Coinvolgerà principalmente i neodiplomati dell'Isis Enrico Fermi di Bibbiena, ma le selezioni sono aperte a tutti i candidati in cerca di occupazione nel settore. Invitiamo tutte le persone interessate a contattarci telefonicamente o tramite email".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima i corsi in azienda e poi l'assunzione. Omac apre le porte a studenti e disoccupati

ArezzoNotizie è in caricamento