rotate-mobile
Casentino Capolona

Nuova scuola di Capolona, lavori alla struttura portante verso la conclusione

La nuova struttura avrà un aggancio con la parte adiacente in edilizia tradizionale che ancora ospita cucina, refettorio e auditorium

A Capolona si stanno concludendo i lavori della prima parte della struttura della scuola media consortile: lo "scheletro" in metallo è stato posizionato e quello che sarà l’edificio che ospiterà dal prossimo 2025 gli studenti si presenta al pubblico.
 
In questi giorni l'impresa ha lavorato con meteo avverso e anche nei giorni festivi mostrando un impegno che è andato avanti velocemente con soddisfazione da parte del sindaco Mario Francesconi: "Finalmente andiamo avanti di buon passo e speriamo di riuscire ad avere la nostra scuola in tempi rapidi. La ditta, consapevole di aver accumulato del ritardo, sta mettendo tutte le proprie forze per realizzare il progetto, infatti la struttura è quasi tutta completata, pronta per i collaudi così che dopo il 10 marzo cominceranno a mettere le pannellature e poi a chiudere".
 
La dirigenza scolastica sta monitorando l’andamento dei lavori, partecipando attivamente con l’Amministrazione Comunale per far sì che l’immobile consenta, al suo interno, di poter svolgere tutte le attività previste dal piano dell'offerta formativa e al contempo anche  spazi destinati a varie  attività e utilizzabili dalla cittadinanza tutta.
 
"Sono in contatto sempre stretto con la dirigente" afferma Lia Sisti, assessore alla scuola del Comune di Capolona "dobbiamo incontrarci nuovamente per ridefinire bene alcuni spazi perché ci saranno anche, oltre alle aule, oltre ai laboratori didattici, spazi dedicati anche alla collettività, come  la biblioteca, come il laboratorio scientifico di Ale per sempre che necessitano quindi di accessi indipendenti". 
 
La nuova struttura avrà un aggancio con la parte adiacente in edilizia tradizionale che ancora ospita cucina, refettorio e auditorium. 

"L’auditorium e la cucina saranno ripensati per continuare a svolgere le loro funzioni, ma c’è da considerare che la mensa era pensata, nei primi anni ’80, per oltre 300 ragazzi che rimanevano a pranzo, oggi cambiando i moduli,  non è più così - afferma Mario  Francesconi  - ecco quindi spazi a nostra disposizione che andranno riqualificati per essere utilizzati al meglio".
 
Nuova scuola e quindi nuovo arredo per creare un ambiente didattico stimolante e funzionale in linea con i tempi: "Stiamo pianificando con la dirigente scolastica, Paola Vignaroli,  un arredamento innovativo - commenta Lia Sisti - nel nostro plesso di scuola secondaria  di primo grado si sta già sperimentando la didattica Dada, che prevede appunto una sistemazione delle aule a tema specifico con  gli alunni che si muoveranno, nell'arco della mattinata, nelle varie aule, in base all'orario di svolgimento delle discipline che devono affrontare".
 
"Sul fatto che sia sicuro da un punto di vista statico possiamo essere più che certi - dichiara  il sindaco - E' un edificio di ultima generazione, in ferro con spessori e sezioni del metallo notevoli. Una struttura assolutamente sicura, tanto più che all'interno sarà completata con edilizia integrale, quindi tutto in cartongesso, materiali leggeri, riscaldamento a pavimento, area forzata per il ricambio. Sarà assolutamente una scuola all'avanguardia, tra le più moderne della Provincia". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova scuola di Capolona, lavori alla struttura portante verso la conclusione

ArezzoNotizie è in caricamento