CasentinoNotizie

Intensificati i controlli in Pratomagno: guardie forestali al lavoro per assicurare il rispetto dell’ambiente

L’invito è quello di rispettare il divieto di accensione dei fuochi e di abbandono dei rifiuti, Tellini: "L’obiettivo è quello di garantire il rispetto di un’area protetta"

La scorsa notte una squadra di guardie forestali dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino affiancate dai carabinieri forestali ha effettuato dei controlli in notturna in tutta l’area del Pratomagno rilevando alcune infrazioni. Questo primo intervento ha dato il via ad un’attività di controllo del territorio che sarà intensificata durante tutta l’estate a causa della maggiore frequentazione della zona da parte di turisti. L’invito è quello di rispettare il divieto di accensione dei fuochi e di abbandono dei rifiuti, la violazione delle normative comporta infatti l’applicazione delle sanzioni previste nella legge 39 del 2000 e nel decreto legislativo 152 del 2006. 

“Abbiamo intensificato i controlli durante l’estate, con attività anche in notturna – ha dichiarato l’assessore con delega alla forestazione Giampaolo Tellini – l’obiettivo è quello di garantire il rispetto di un’area protetta, dall’alto valore naturalistico dove è necessario rispettare le norme in vigore in materia di tutela dell’ambiente e di accensione dei fuochi. Le nostre guardie faranno continui sopralluoghi per assicurare ordine e pulizia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento