Capolona

Testamento biologico, a Capolona sarà presto realtà: il consiglio comunale ha approvato il regolamento

A seguito della assemblea pubblica svoltasi in Comune lo scorso 13 aprile sugli adempimenti per l’applicazione della Legge n.219/2017 avente ad oggetto ‘Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento’, ovvero...

ciolfi_alberto1

A seguito della assemblea pubblica svoltasi in Comune lo scorso 13 aprile sugli adempimenti per l'applicazione della Legge n.219/2017 avente ad oggetto 'Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento', ovvero il cosiddetto testamento biologico, il Consiglio Comunale di Capolona nella seduta del 24 aprile ha approvato il Regolamento ed il Registro Comunale che entreranno in vigore, a norma dello Statuto, entro l'inizio dell'estate.

Ogni persona maggiorenne e capace di intendere e volere può, attraverso le DAT - Disposizioni Anticipate di Trattamento - esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, in previsione di un'eventuale futura incapacità di autodeterminarsi.

Fermo restando che il cittadino non può esigere trattamenti sanitari contrari a norme di legge, alla deontologia professionale o alle buone pratiche clinico-assistenziali, il medico è tenuto al rispetto delle DAT, che possono essere disattese in tutto o in parte, dal medico stesso, in accordo con il fiduciario, qualora esse appaiono palesemente incongrue o non corrispondenti alla condizione clinica attuale o sussistano terapie non prevedibili all'atto della sottoscrizione delle DAT, capaci di offrire concrete possibilità di miglioramento delle condizioni di vita.

Nelle stesse disposizioni anticipate è prevista l'indicazione di una persona di sua fiducia ("fiduciario"), che faccia le veci del disponente e lo rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie.

L'accettazione della nomina da parte del fiduciario può risultare dalla sottoscrizione della DAT o con un atto successivo che verrà allegato alla dichiarazione stessa.

Qualora le DAT non contengano l'indicazione del fiduciario o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o sia divenuto incapace, le DAT mantengono comunque efficacia in merito alle volontà del disponente.

Nel caso in cui il disponente, residente a Capolona, decida di provvedere tramite scrittura privata da consegnare personalmente all'Ufficio di Stato Civile, dovrà personalmente recarsi in Comune, Piazza della Vittoria 1.

L'Ufficio provvederà all'annotazione della DAT in un apposito registro.

Insieme alla disposizione anticipata di trattamento deve essere allegata copia del documento di identità in corso di validità del disponente e l'accettazione della nomina da parte del fiduciario con la relativa copia del documento di identità in corso di validità. Con le stesse forme di cui sopra, le DAT sono rinnovabili, modificabili e revocabili in ogni momento.

Come previsto dalla Circolare del Ministero dell'Interno n. 1/2018 dell'08/02/2018 l'Ufficiale dello Stato Civile non partecipa alla redazione della disposizione né fornisce informazioni o avvisi in merito al contenuto della stessa, dovendosi limitare a verificare i presupposti della consegna - con particolare riguardo all'identità e alla residenza del consegnante nel Comune - e a riceverla.

Per le ulteriori informazioni e modalità di compilazione ci si può rivolgere alle diverse associazioni presenti sul territorio.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testamento biologico, a Capolona sarà presto realtà: il consiglio comunale ha approvato il regolamento

ArezzoNotizie è in caricamento