Sabato, 24 Luglio 2021
Capolona

Raccolta differenziata, Arezzo sfiora il 40%. Civitella miglior performance dopo Monte San Savino. I dati aretini

Quasi 610 chilogrammi di rifiuti urbani pro capite: è quanto hanno prodotto gli aretini che vivono nel capoluogo nel 2016. Ma solo il 39,68 per cento di questi rifiuti è finito nella raccolta differenziata. L'obiettivo regionale, è lontano...

rifiuti_cassonetti_differenziata

Quasi 610 chilogrammi di rifiuti urbani pro capite: è quanto hanno prodotto gli aretini che vivono nel capoluogo nel 2016. Ma solo il 39,68 per cento di questi rifiuti è finito nella raccolta differenziata. L'obiettivo regionale, è lontano, lontanissimo da raggiungere. Ovvero il 65 per cento. A livello regionale solo 71 Comuni lo hanno raggiunto e nell'Aretino solo uno è riuscito a superare la quota, ovvero Monte San Savino che ha raggiunto il 67,14. A rivelarlo è lo studio Agenzia Regionale Recupero Risorse.

DATI REGIONALI

A livello regionale in realtà il trend degli ultimi anni appare positivo: la percentuale della raccolta differenziata che si attesta al 50,99 per cento, al di sotto dell'obiettivo prefissato ma con un incremento di 1,2 punti rispetto all'anno precedente "malgrado - si legge in una nota della Regione Toscana - l'applicazione per la prima volta della nuova modalità di calcolo stabilita dalla norma nazionale. Applicando la modalità di calcolo precedente la percentuale della raccolta differenziata a scala regionale sarebbe stata pari al 51,99 per cento (+2,2 punti rispetto al 2015)". DATI ARETINI Il comune meno "riciclone" dell'Aretino nel 2016 è stato Castel Focognano, dove solo il 14,79 per cento dei rifiuti urbani (506 chili pro capite) è andato nella raccolta differenziata. Oltre la media regionale del 50,99 per cento si assestano sei comuni: Capolona (56,31%), Castelfranco Piandiscò (58,06%), Castiglion Fibocchi ( 56,12%), Civitella in Val di Chiana (62,97%), Subbiano e Terranuova Bracciolini. Ecco l'elenco completo: Anghiari 37,60%; Arezzo 39,68%, Badia Tedalda 17,69%, Bibbiena 21,31%, Bucine 38,79%, Capolona 56,31%, Caprese Michelangelo 34,53%, Castel Focognano 14,79%, Castel San Niccolò 25,56%, Castelfranco Piandiscò 58,06%, Castiglion Fibocchi 56,12%, Castiglion Fiorentino 27,80%, Cavriglia 41,55%, Chitignano 18,27%, Chiusi della Verna 25,69%, Civitella in Val di Chiana 62,97%,Cortona 31,97%, Foiano della Chiana 29,53%, Laterina 39,66%, Loro Ciuffenna 42,10%, Lucignano 27,33%, Marciano della Chiana 25,11%, Monte San Savino 67,14%, Montemignaio 30,38%, Monterchi 22,29%, Montevarchi 39,77%, Ortignano Raggiolo 49,23%, Pergine Valdarno 38,28%, Pieve Santo Stefano 33,60%, Poppi 21,17%, Pratovecchio Stia 26,43%, San Giovanni Valdarno 40,69%, Sansepolcro 39,68%, Sestino 23,22%, Subbiano 54,83%, Talla 21,89%, Terranuova Bracciolini 56,00%. L'ATO Toscana Sud (province di Arezzo, Grosseto, Siena e comuni livornesi della Val di Cornia) si attesta al 38,19 per cento con una lieve diminuzione pari a -0,8 punti rispetto al 2015(+1,2% con precedente metodo di calcolo).

Nessuno degli ATO ha superato l'obiettivo del 65 per cento di raccolta differenziata, stabilito dalla norma nazionale per il 2012.

COMUNI VIRTUOSI

Secondo i dati certificati, i Comuni toscani che hanno superato l'obiettivo del 65% di raccolta differenziata sono 71. Ecco l'elenco:

Altopascio 75,48%, Montaione 85,12%, Aulla 70,13% , Monte San Savino 67,14%, Bagni di Lucca 69,54%, Montecarlo 76,66%, Bagnone 66,07%, Montelupo Fiorentino 83,81%, Barga 84,85%, Montespertoli 83,26%, Bientina 65,81%, Montopoli in Val d'Arno 74,52%, Borgo a Mozzano 76,83%, Mulazzo 68,03%, Buti 73,33%, Pelago 70,86%, Calci 77,41%, Pescaglia 69,54%, Calcinaia 78,46%, Pietrasanta 71,96%, Cantagallo 74,76%, Pieve Fosciana 67,05%, Capannori 86,66%, Podenzana 67,76%, Capraia e Limite 85,74%, Poggio a Caiano 67,73%, Carmignano 70,01%, Ponsacco 76,16%, Cascina 75,03%, Pontassieve 68,34%, Casola in Lunigiana 67,98%, Pontedera 67,19%, Castelfiorentino 79,72%, Pontremoli 68,06%, Castelfranco di Sotto 75,22%, Porcari 81,80%, Cerreto Guidi 84,33%, Rufina 85,99%, Certaldo 85,35%, San Casciano Val di Pesa 76,35%, Dicomano 74,41%, San Giuliano Terme 78,02%, Empoli 83,29%, San Miniato 78,01%, Fauglia 69,41%, Santa Croce sull'Arno 74,27%, Filattiera 73,78%, Santa Maria a Monte 76,12% , Fivizzano 68,83%, Seravezza 75,57%, Forte dei Marmi 76,39%, Serravalle Pistoiese 87,44%, Fosdinovo 69,81%, Tavarnelle Val di Pesa 77,95%, Fucecchio 84,86%, Tresana 69,97%, Gambassi Terme 86,11%, Vaiano 68,43%, Impruneta 71,66%, Vecchiano 73,39%, Lamporecchio 87,83%, Vernio 72,88%, Larciano 88,17%, Vicopisano 69,61%, Licciana Nardi 68,88%, Villa Basilica 80,32%, Lucca 77,98%, Villafranca in Lunigiana 70,81%, Magliano in Toscana 68,97%, Vinci 84,08%, Monsummano Terme 86,16%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, Arezzo sfiora il 40%. Civitella miglior performance dopo Monte San Savino. I dati aretini

ArezzoNotizie è in caricamento