Sabato, 31 Luglio 2021
Capolona

Elezioni a Capolona, Ciolfi: "Scuola, opere pubbliche e la fusione con Subbiano. Ecco perché mi ricandido"

Sindaco uscente con la voglia di portare avanti nei prossimi cinque anni i progetti avviati. Convinto sostenitore dell'unione con la sorella Subbiano, politicamente connotato nel centro sinistra, ma con la lista civica aperta a tutti. Alberto...

ciolfi_alberto1

Sindaco uscente con la voglia di portare avanti nei prossimi cinque anni i progetti avviati. Convinto sostenitore dell'unione con la sorella Subbiano, politicamente connotato nel centro sinistra, ma con la lista civica aperta a tutti. Alberto Ciolfi è pronto per questo mese di intensa campagna elettorale che condurrà il comune di Capolona alle amministrative che si terranno il 10 giugno prossimo, così come a Caprese Michelangelo e nel nuovo comune unico che ha preso il nome di Laterina Pergine Valdarno.

Ancora da conoscere lo o gli sfidanti di Ciolfi, ma partiamo con lui per una serie di interviste di approfondimento che permetteranno di scoprire un po' meglio i candidati a sindaco.

Perché ha deciso di ricandidarsi?

"Perché dopo la prima legislatura è quasi naturale che avvenga per portare a termine i progetti che ci hanno caratterizzato. Ci sono questioni aperte che vogliamo affrontare, insieme ai membri della giunta."

Quale per primo?

"La rigenerazione degli edifici scolastici, il 12 maggio inaugureremo in maniera ufficiale la nuova scuola elementare del Castelluccio, poi dobbiamo operare per la palestra e per la scuola elementare di Capolona e le medie. Abbiamo ricevuto finanziamenti importanti che vogliamo mettere a frutto."

Altre opere pubbliche?

"La ristrutturazione delle mura del Castelluccio con i contributi della Regione, e poi interventi nelle frane che si sono verificate, la ristrutturazione delle torri di Belfiore."

Non possiamo però non pensare a come sono andati i referendum per le fusioni, prima con Castiglion Fibocchi e con la vicina Subbiano. In entrambi i casi non hanno voluto unirsi a Capolona.

"Nessuno ci ha voluto, già e questo per me resta un rammarico, ma voglio riprendere questo discorso verso Subbiano, per uno sviluppo armonico del territorio. Capolona e Subbiano non possono continuare a non stare insieme. Per questo la fusione tra questi due comuni è al primo punto del mio programma elettorale. Purtroppo la prima occasione è andata persa, nonostante oltre l'80% di consensi a Capolona, fu male gestita da Subbiano che poi si è ritrovato ad affrontare senza risorse problemi alla scuola, la chiusura della piscina. Se ci fossero stati i finanziamenti dovuti al comune unico sarebbe andata in altro modo. Spero che l'approccio cambi, che si creino le condizioni per la fusione."

In campo culturale?

"Vado molto orgoglioso della stagione del Cinema Nuovo che con 15 spettacoli di altissimo livello ha avuto sempre la sala strapiena, per il comune è a costo zero ed è anche ad ingresso gratuito per la cittadinanza, grazie all'imprenditoria locale e provinciale e alla Regione Toscana."

C'è un problema rifiuti a Capolona?

"La gestione di 6 lascia molto a desiderare, le tariffe sono elevate per un servizio non sufficiente. Poi dall'altro lato ci sono alcuni cittadini che abbandonano rifiuti ingombranti nei boschi, nell'Arno e noi interveniamo quando e come possiamo con costi elevati. Capolona ha il primato nell'Ato Toscana Sud del minor tonnellaggio di rifiuti indifferenziati conferiti in discarica, frutto di un'alta raccolta differenziata."

Dal punto di vista politico chi la sostiene?

"La nostra lista civica si chiama Progetto di Comunità, si caratterizza di un rinnovato civismo, di associazionismo e volontariato, è composta di persone con esperienza e nuove generazioni, c'è tutta l'attuale giunta all'interno. Il mio percorso politico è chiaro e delineato, la lista è sostenuta sicuramente dal Pd e da Sinistra Italiana ad esempio.

Che obiettivo si pone?

"Per me questa seconda e ultima candidatura rappresenta una sfida importante, il mio obiettivo è fare squadra per creare una classe dirigenti che potrà poi continuare ad amministrare anche dopo di me Faremo squadra in caso di vittoria, ma ovviamente ci sarà da lavorare assiduamente anche se non vincessimo."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Capolona, Ciolfi: "Scuola, opere pubbliche e la fusione con Subbiano. Ecco perché mi ricandido"

ArezzoNotizie è in caricamento