Lunedì, 17 Maggio 2021
Capolona

Sicurezza, opere pubbliche e cantieri in apertura. Capolona approva il rendiconto 2020, Pasqui: "Al servizio del cittadino"

Nel dettaglio, le spese correnti del 2020 sono state sostenute per 3,2 milioni di euro. Sul capitolo investimenti invece le spese impegnate sono state 469mila euro

Lo scorso 29 aprile si è tenuto il consiglio comunale di Capolona per approvare e deliberare il rendiconto del 2020. L’assessore con delega al bilancio, Daniele Pasqui, si è soffermato ad analizzare i numeri registrati dell'amministrazione municipale nel corso dell’anno appena trascorso e dell'anno appena iniziato. “Nonostante l’anno difficile - specifica l'amministratore - il rendiconto del 2020 ha fotografato dei buoni risultati, grazie ad interventi di risparmio sulle spese senza taglio ai servizi e grazie ai contributi dello Stato. Da marzo scorso abbiamo lottato non solo con la grave situazione sanitaria, ma anche con la nascente e dirompente crisi economica, sociale e occupazionale. Ciò ha comportato un enorme dispendio di tempo e di energie dedicato alla gestione della pandemia da parte di tutto il personale e degli amministratori dell’ente facendo ogni sforzo per salvaguardare i servizi al cittadino. E’ lo stesso obiettivo che ci stiamo ponendo anche per il bilancio del 2021 che abbiamo approvato lo scorso dicembre e per il quale sono previsti ora i primi interventi nazionali. Sotto l’aspetto degli investimenti dobbiamo purtroppo evidenziare che il prolungarsi della pandemia ha costretto ed obbligato l’ente a dover sospendere alcune opere importanti per le quali sia i progetti che le risorse finanziarie sono già disponibili, opere in parte già iniziate a fine del 2020 e altre che ci auguriamo partiranno nei prossimi mesi (scuole, palestre, strade, ecc)".

Le spese comunali nel 2020

Nel dettaglio, le spese correnti del 2020 sono state sostenute per 3,2 milioni di euro. Sul capitolo investimenti invece le spese impegnate sono state 469mila euro. L’indebitamento dell’Ente si è attestato a 1 milione e 189mila euro, un valore molto inferiore al limite di legge. Persiste una ottima gestione della cassa, che chiude con una consistenza finale di 1 milione e 700 mila euro. Viene contestualmente confermato il rispetto dei tempi medi di pagamenti. Tutti i fornitori sono stati quindi pagati rispettando i termini. Si conferma anche per il 2020 il consolidamento del fondo per i crediti di dubbia esigibilità, che si attesta a quasi 2  milioni di euro, risultato importante perché garantisce che le spese siano finanziate da entrate effettivamente e concretamente incassate.

Il complesso delle spese comunali è stato finanziato nel 2020 per 3 milioni di euro da entrate tributarie (che  hanno subito una leggera flessione per del Covid e per aiuti concessi), per 721mila euro da trasferimenti correnti (in parte compensativi rispetto alla flessione delle entrate tributarie), per 435mila euro da entrate extra tributarie e per 2 milioni da entrate in conto capitale ed indebitamento. Il Comune non ha contratto nuovi mutui nel 2020 per finanziare investimenti. 

Il rendiconto 2020 ha garantito l’erogazione dei servizi contenendo e congelando tasse e tariffe e dimostra i risultati di una politica volta ad aiutare il contribuente nel momento difficile della pandemia. Sono stati impegnati circa 38mila euro (di cui 33mila già liquidati) per buoni spesa e pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà (abbiamo toccato la punta di 70 nuclei familiari). Sono state rimodulate le tariffe Tari sulla parte variabile alle attività chiuse per circa 40mila euro. Il risultato di amministrazione finale presenta comunque un avanzo di 3 milioni e 500mila euro, che sono così suddivisi: 2 milioni di parte accantonata per normative di legge, 758mila euro di parte vincolate, 257mila euro di risorse destinate agli investimenti e 442mila euro di avanzo libero.

Scuola, video sorveglianza, manutenzione delle strade: queste sono solo invece alcune delle opere che il Comune di Capolona realizzerà nel 2021. Quest’anno  infatti l’amministrazione ha previsto di investire circa 2.700 euro per realizzare opere strutturali e manutenzioni straordinarie ma anche per l’inserimento di nuovi impianti di videosorveglianza e per il quale è stato presentato un bando ministeriale.  

“Tra le opere più importanti c’è sicuramente l’inizio del cantiere della scuola media consortile – spiega l’assessore Daniele Pasqui - ma anche la realizzazione della nuova palestra Tortelli ancora ferma a causa della pandemia, l’ampliamento della scuola di Castelluccio, la ristrutturazione della Torre Belfiore, la sistemazione del centro di  aggregazione sociale e la manutenzione delle strade comunali. Interventi importanti che si vanno a sommare a quelli già realizzati nel 2020 con un investimento di circa 400mila euro che è servito per riqualificare le piazze, per le manutenzioni e gli asfalti, l’ illuminazione pubblica ed in modo particolare per ridurre i rischi di diffusione del virus e garantire la sicurezza dei bambini e dei ragazzi nelle scuole e dei dipendenti dell’Ente. Abbiamo poi raggiunto il  76% di raccolta differenziata e questo ci rende sicuramente orgogliosi, grazie soprattutto alla cittadinanza che sente vivamente l’importanza di contribuire a rendere il nostro ambiente più vivibile e sano”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, opere pubbliche e cantieri in apertura. Capolona approva il rendiconto 2020, Pasqui: "Al servizio del cittadino"

ArezzoNotizie è in caricamento