Giovedì, 18 Luglio 2024
Capolona Subbiano

Aggressione ai sanitari e ambulanza danneggiata, Misericordia: "Siamo scossi dall'accaduto"

Le prime sensazioni affidate a un post social da parte della Confraternita di Misericordia di Subbiano

Sconcerto è il sentimento predominante per il fatto accaduto venerdì sera, quando i soccorritori intervenuti a Capolona sono stati aggrediti da un giovane che ha spaccato anche i finestrini dell'ambulanza giunta sul posto in seguito ad una richiesta di soccorso sanitario.

Il fatto

Intorno alle 22 di venerdì 17 novembre, a Capolona, un gruppo di professionisti del 118 della Asl Toscana sud est e volontari della Misericordia di Subbiano, intervenuti per soccorso in luogo privato, sono stati successivamente aggrediti da un giovane che si é scagliato contro l'ambulanza, rompendo i finestrini del mezzo e inveendo con minacce agli operatori che fortunatamente non hanno riportato alcuna ferita. Si tratterebbe di un ragazo di 20 anni che poco prima aveva aggredito i familiari ferendo alla testa il nonno.

Lo sconcerto dei soccorritori

A raccontare l'accaduto dichiarandosi letteralmente scossi sono gli operatori della Misericordia di Subbiano in un post Facebook: "l’equipaggio della Misericordia Di Subbiano in servizio di emergenza con l’infermiere a bordo è intervenuto per soccorrere le vittime di un‘aggressione e sono stati essi stessi aggrediti, per fortuna ne sono usciti illesi, mentre l’ambulanza ha subito alcuni danni. Siamo profondamente scossi dall’accaduto e troviamo riprovevole un gesto come questo dove vengono aggredite le persone che portano soccorso e in particolare modo i volontari che donano il loro tempo e il loro lavoro alla comunità."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione ai sanitari e ambulanza danneggiata, Misericordia: "Siamo scossi dall'accaduto"
ArezzoNotizie è in caricamento