Venerdì, 25 Giugno 2021
Casentino

"Se mi lasci non vale". La campagna natalizia contro gli abbandoni

Un'iniziativa semplice ma dal valore profondo che come scopo si prefigge quello di incentivare una maggiore sensibilizzazione della popolazione contro gli abbandoni

Natale fa rima con beneficenza e solidarietà. Ed è proprio in concomitanza con le festività che i volontari dei canili del Casentino presentano ufficialmente il calendario 2020. 12 mesi e altrettante fotografie degli ospiti che attualmente si trovano presso la struttura di San Piero in Frassino dove attendono l'arrivo di una famiglia che sappia amarli e prendersi cura di loro. 

Un'iniziativa semplice ma dal valore profondo che come scopo si prefigge quello di incentivare una maggiore sensibilizzazione della popolazione contro gli abbandoni. 

L'appello sociale dei volontari

“Se mi lasci non vale” recita il ritornello di una vecchia canzone…
E’ il lamento capriccioso e non del tutto pentito di chi non ha saputo nutrire e rispettare un legame ma non ne accetta la fine. Fortunatamente gli umani hanno la facoltà di decidere, di ribellarsi, di determinare la propria vita. Gli animali non possono scegliere. Il loro destino è nelle nostre mani: benevole, premurose, talvolta superficiali e disattente o addirittura spietate.
I cani ritratti nel calendario, così diversi tra sé nell'indole e nell'aspetto, sono accomunati da un passato di rifiuti ed abbandoni, qualcuno ha conosciuto il maltrattamento più infido consumato silenziosamente tra le mura domestiche.
Ognuno di loro è vittima di un patto di fedeltà tradito. Ognuno di loro è prigioniero senza colpa.
“Non vale” allude ad una slealtà aggravata dalla disparità di condizione E’ il sopruso che si consuma sul più debole, impossibilitato- per sua stessa natura- a difendersi.
“Lasciare” rimanda non solo all'atto dell’abbandono in sé ma a tutte quelle situazioni di deprivazione, trascuratezza, isolamento in cui sono costrette a vivere molte creature indifese.
Alcune di loro arrivano in canile, con un bagaglio di esperienze più o meno complesse, con stati d’animo diversi.
Le immagini, a partire dallo sguardo malinconico di Oliver ritratto in copertina, raccontando storie di timori non ancora superati, di insicurezze, ma anche di serenità e di fiducia ritrovata.
Affinché la tristezza si trasformi in gioia e l’energia vitale non si spenga serve una vera famiglia, per ognuno di loro. Una famiglia per sempre

Dove trovare il calendario?
- presso il nostro canile e i nostri banchetti
- in vari negozi del Casentino:

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se mi lasci non vale". La campagna natalizia contro gli abbandoni

ArezzoNotizie è in caricamento