CasentinoNotizie

Bomba alla stazione, domenica 14 giugno il disinnesco. Oltre 2.000 persone da evacuare

Le operazioni sono in programma il 14 giugno. Tutte le persone, nel raggio di 1850 metri dalla stazione di Rassina, dovranno essere evacuate

L'ordigno rinvenuto nei pressi della stazione

Il tam tam è iniziato e non solo sui social che questa volta dovranno essere utilizzati a maggior ragione per fare da cassa di risonanza per le operazioni di disinnesco e distruzione della bomba rinvenuta nel piazzale della stazione di Rassina lo scorso 4 maggio. La data per l'operazione è stata fissata ed è il 14 giugno.

Un intervento che, come spiegato dal sindaco Lorenzo Ricci, comporterà l'evacuazione totale della popolazione residente nel raggio di 1850 metri dal luogo dell’attuale collocazione dell’ordigno, almeno 2.200 abitanti come spiegano dal Comune.

Maxi bomba ritrovata a Rassina, il sindaco: "Restiamo tranquilli"

Il programma delle operazioni

L'evacuazione avrà inizio alle ore 7 dello stesso giorno e dovrà essere improrogabilmente completata alle 9. I cittadini dovranno assolutamente recarsi, in modo autonomo, fuori dal Comune presso destinazioni diverse (ad esempio: parenti, amici, ecc.). L’amministrazione comunale che sta pianificando le operazioni di protezione civile - insieme alla Prefettura di Arezzo, alle Forze dell’Ordine, ai Vigili del Fuoco, al 118, alla Provincia, alla Croce Rossa Italiana Militare, all’Azienda USL Toscana SudEst – sta predisponendo alcune aree di accoglienza, fuori dall’area di rischio, per consentire la sosta di tutti coloro i quali non avessero soluzioni alternative durante la fase di disinnesco dell’ordigno bellico che, presumibilmente, si concluderà intorno alle ore 14.

L'ostacolo Covid-19

Lo spostamento della popolazione che risiede nell'area interessata comporterà una ulteriore preoccupazione in ambito sanitario. Con l'emergenza Coronavirus ancora in atto tutte le forze impiegate nel disinnesco hanno necessità di conoscere le "intenzioni dei gruppi familiari e delle singole persone" per poter tenere conto del distanziamento reso obbligatorio.

"E’ altresì indispensabile conoscere preventivamente se nello spostamento dalla propria abitazione all’area di accoglienza sarà necessario predisporre, a cura della predetta Amministrazione comunale, anche un servizio di trasporto. Tali notizie dovranno essere espresse sulla scheda di cui si allega copia (scarica il modulo)".

A partire da domani, venerdì 29 maggio, incaricati del Comune faranno visita casa per casa per ritirare tali schede compilate e firmate da uno o più componenti del nucleo familiare.

Scarica il modulo

area_bomba_Rassina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento