CasentinoNotizie

Via i tigli di piazza Tarlati: l'intervento del comune

A metà ottobre circa inizieranno i lavori che avranno una durata complessiva di circa quindici giorni

"La sicurezza dei cittadini è il bene più grande che abbiamo il dovere di tutelare, per questo i tigli di piazza Grande risultati pericolanti, dovranno essere sostituiti”. Il sindaco del Comune di Bibbiena Filippo Vagnoli annuncia così l'intervento sui cinque alberi presenti in piazza Tarlati che prenderà il via a metà di ottobre e porterà al loro abbattimento, sistemazione del fondo della piazza e sostituzione con altra alberatura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Come amministrazione - spiega Matteo Caporali vicesindaco e assessore ai lavori pubblici - abbiamo predisposto uno studio approfondito sulle piante che si trovano nei contesti urbani più sensibili del nostro territorio. Tutti e cinque i tigli di piazza Grande presentano uno stato di logoramento interno con aperture importanti e preoccupanti. Oltre alle schede ci sono filmati realizzati all’interno delle piante stesse che sono a disposizioni di tutti coloro che vogliono visionarli in modo più attento. Gli alberi rappresentano in sostanza un pericolo che non possiamo sottovalutare ulteriormente. Per questo abbiamo deciso di rimuoverle comprese le radici che, nel corso del tempo, hanno portato ad un altrettanto pericoloso spostamento del muro che costeggia la scalinata della Biblioteca Giovannini. Quindi oltre l’abbattimento dei tigli abbiamo predisposto il ripristino della pavimentazione della piazza, la messa in sicurezza del muro e la sostituzione delle piante. Per il lavoro abbiamo investito 35 mila euro. A metà ottobre circa inizieranno i lavori che avranno una durata complessiva di circa quindici giorni”.

Il sindaco Vagnoli sottolinea inoltre come “gli studi e le ispezione fatte all’interno delle piante dall’azienda locale D.R.E.A.M, mettono in luce uno stato di degrado importante e quindi il conseguente pericolo di caduta. Tutta la documentazione è a disposizione della cittadinanza che voglia approfondire questo aspetto. Purtroppo la situazione sanitaria che stiamo attraversando non ci ha consentito di organizzare un’assemblea pubblica dove poter condividere in presenza questo percorso che coinvolge tutti noi da vicino. Ribadisco che la questione è di estrema urgenza e riguarda la sicurezza pubblica. Il punto in cui sono collocati gli alberi coinvolge un luogo di grande frequentazione. Non ci possiamo permettere di avere dubbi quando di mezzo c’è l’incolumità delle persone. Le piante comunque verranno opportunamente sostituite”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Dilettanti, ecco i campionati costretti allo stop

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento