Bibbiena

Condannato per stalking non rispetta il divieto di avvicinamento alla sua ex: scatta l'obbligo di dimora

Il provvedimento del giudice è stato eseguito dai carabinieri di Bibbiena.

Era sottoposto ad un divieto di avvicinamento alla ex moglie in seguito ad alcune denunce per maltrattamenti, lesioni e minacce. Ma non lo ha rispettato e così si è visto inasprire la pena ai domiciliari. Progtagonista della vicenda è un 49enne del Casentino accusato di “stalking”; 

L’uomo, già sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex moglie, a causa delle ripetute denunce a lui imputate per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni e minacce. Gli episodi, risalenti dal settembre 2015 al mese di ottobre 2018, avevano determinato l’emissione, da parte del Gip del Tribunale di Arezzo del divieto di avvicinamento a meno di 200 metri dai luoghi frequentati dalla ex moglie.

Nonostante tale divieto l’uomo, non rassegnato alla fine della relazione, aveva violato in più di una circostanza l’obbligo e tali comportamenti, documentati dalla parte offesa e trasmessi all’Autorità Giudiziaria da parte dei Carabinieri di Bibbiena, hanno indotto il giudice ad inasprire considerevolmente la misura. Con l’adozione del provvedimento odierno l’uomo è stato sottoposto all’obbligo di dimora nel luogo del proprio domicilio e quindi ben lontano dai luoghi frequentati dalla vittima, con in aggiunta del divieto di uscire dalla propria abitazione nelle ore notturne. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato per stalking non rispetta il divieto di avvicinamento alla sua ex: scatta l'obbligo di dimora

ArezzoNotizie è in caricamento