rotate-mobile
Bibbiena Bibbiena

Il sindaco ringrazia i medici di famiglia: "Grande lavoro in prima linea contro la pandemia"

"Sono loro il collegamento più prossimo di ogni cittadino verso la sanità territoriale ed ospedaliera. In questi anni difficili hanno dovuto riorganizzare il proprio lavoro, cercando da un lato di tamponare la pandemia e dall’altro dare risposte adeguate ai malati no Covid19"

"Voglio ringraziare di cuore tutti i Medici di Medicina Generale per il lavoro che hanno svolto e stanno svolgendo in una situazione difficile come quella che stiamo attraversando. Sono il sostegno per le famiglie, i primi che vengono contattati, sono sempre stati presenti in ogni fase dell’emergenza e per questa credo che tutti noi abbiamo un grande debito di riconoscenza nei loro confronti poiché, spesse volte, sono andati ben al di là di quello che loro compete". Con queste parole il sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli ha voluto mandare un chiaro messaggio al territorio e a tutti coloro che si stanno impegnando sul fronte della pandemia e per garantire assistenza anche ai malati no covid19.

Il sindaco prosegue: "Ho spesso ringraziato e rinnovo il ringraziamento, a tutti i sanitari, medici e infermieri di ospedale, territorio e Usca, ma a volte ci dimentichiamo di dire grazie ai nostri medici di famiglia. Sono loro il collegamento più prossimo di ogni cittadino verso la sanità territoriale ed ospedaliera. In questi anni difficili hanno dovuto riorganizzare il proprio lavoro, cercando da un lato di tamponare la pandemia e dall’altro dare risposte adeguate ai malati no covid19 che da loro non sono mai stati lasciati soli”.

Vagnoli aggiunge: “Anche i medici di famiglia si stanno impegnando con anima e corpo per aiutare quanto più possibile. Certamente sarà capitato a tutti di non riuscire in un giorno a parlare col proprio medico oppure di avere una risposta in ritardo e purtroppo, visto ciò che stiamo attraversando, ci può stare! I carichi di lavoro sono decuplicati in questo periodo e credo che tutti ce ne rendiamo conto e agevolare il lavoro di tutti. Voglio ricordare tutti i nostri medici:  Attanasio, Bacci, Batacchi, Bidi, Biondi, Borri, Cardini,  Crescini, Fregoli, Gambineri, Gandolfo, Giannini, Grifagni, Leone, Lucherini, Maiellaro, Marri, Matini, Mezzetti, Mobilia, Pierallini, Santini, Serboli, Todaro, Torelli, Vagnoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco ringrazia i medici di famiglia: "Grande lavoro in prima linea contro la pandemia"

ArezzoNotizie è in caricamento