CasentinoNotizie

Il terreno rischia di franare: il sentiero viene chiuso ma 9 ciclisti entrano lo stesso

Sono stati scoperti dai carabinieri forestali e multati all'interno del Parco nazionale delle Foreste casentinesi. Erano diretti alla diga di Ridracoli, provenienti da Poppi e Bibbiena

Nove ciclisti in mountain bike sono stati multati all'interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterone e Campigna. Hanno affrontato un sentiero che era stato chiuso, perché giudicato pericoloso per richio frane. Sono stati però scoperti e multati dai carabinieri forestali che operano all'interno del Parco.

La ricostruzione dei carabinieri forestali

La comitiva dei nove era partita dal Casentino, in particolare dai comuni di Poppi e Bibbiena, per un'escursione nel verde, affrontando il sentiero numero 237, che però era stato chiuso per "pericolo frane e distacchi di pietrame", come da ordinanza sindacale. Nonostante i divieti posti alle estremità del sentiero, ma anche prima del tratto chiuso - spiegano i carabinieri forestali - i 9 hanno affrontato il percorso mettendo a rischio la propria incolumità. Sono stati scoperti nei pressi della diga di Ridracoli (Fc) e sono stati tutti sanzionati dagli uomini della stazione del Parco di San Piero in Bagno. "Un eventuale incidente sul sentiero 237, sempre possibile visto lo stato attualmente precario del terreno, metterebbe a rischio anche gli eventuali soccorritori, occorre molta prudenza", chiudono i carabinieri forestali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento