Bibbiena

Dal Casentino all'invenzione per la diga di Mosul: 50 anni di Sami, azienda con continua ad assumere

Il sindaco di Bibbiena ha consegnato una targa celebrativa ai titolari: l'impresa è specializzata in macchinari per l'edilizia, ha da poco visto un cambio generazionale alla guida

L'azienda Sami, visita del sindaco Vagnoli (Foto Comune Bibbiena)

L'azienda casentinese Sami ha da poco festeggiato il 50esimo anno di attività: dalla vallata aretina, si aggiudica commesse in tutto il mondo. E continua ad assumere.

E' nata nel 1970 come azienda costruttrice di carrelli elevatori, poi si è specializzata nel settore della carpenteria metallica e quindi nella progettazione e costruzione di macchinari per l’edilizia. Sami è stata una delle prime aziende al mondo a costruire silos orizzontali con la particolarità di un sistema di dosaggio tramite pesatura in detrazione del materiale. E’ stata sempre Sami ad immette nel mercato il primo impianto mobile di betonaggio totalmente trasportabile e installabile senza gru. Oggi Sami è un’azienda di 43 dipendenti molto giovani che guarda al futuro dopo un passaggio generazionale significativo che vede oggi in prima fila Michele ed Alessio Innocenti che esprimono così il loro orgoglio per qualcosa che i loro padri hanno lasciato nelle loro mani in anni di attività insieme: “Lavoriamo in tutto il mondo portando la nostra innovazione. Oggi ci impegniamo per esempio anche sulla bonifica dei terreni con macchinari specializzati. Siamo piccoli, ma abbiamo le nostre invenzioni anche in grandissimi progetti come per esempio la diga di Mosul. Ma l’orgoglio è legato soprattutto al fatto che abbiamo con noi tanti giovani che con questo lavoro sostengono le loro famiglie, molti quest’anno hanno preso un mutuo. Tutto questo siamo noi”. Il sindaco di Bibbiena Vagnoli è andato in visita all'azienda: “Una grande soddisfazione poter festeggiare insieme a loro questo traguardo che è anche un altro punto di partenza. L’azienda ha avuto un bel passaggio generazionale, da due padri a due figli e questo rappresenta il vero valore di attività produttive che riescono a migliorarsi grazie a nuove opportunità, ad aprirsi all’innovazione, lavorando con impegno sul futuro. Sono stato contento di vedere una realtà che ha all’interno tanti giovani usciti dalle nostre scuole. Sono stato felice di aver conosciuto un’azienda che crede nella formazione continua, nei giovani e che ha internazionalizzato, cercando di anticipare i bisogni. Questo ha permesso a Sami di lavorare anche nel corso dei giorni più neri di questa pandemia”. Il sindaco ha consegnato a Sami una targa per l'occasione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Casentino all'invenzione per la diga di Mosul: 50 anni di Sami, azienda con continua ad assumere

ArezzoNotizie è in caricamento