CasentinoNotizie

Un progetto sperimentale per gli anziani: “A casa in buona compagnia”

Verrà presentato il 26 agosto a Bibbiena. Iniziativa dei sindacati provinciali e regionali Spi e Cgil

Una nuova forma di assistenza domiciliare per anziani. Se ne parlerà il 26 agosto a Bibbiena per iniziativa di Spi e Cgil.

Il progetto “A casa in  buona compagnia” è il frutto dell’intesa tra Regione Toscana e sindacati dei pensionati. L’obiettivo è quello di “assistere gli anziani nella propria abitazione, quando possibile o, comunque, all'interno di autonome unità residenziali di cohousing, attraverso l'uso di strumenti e tecnologie che ne permettano il controllo e la cura da remoto, senza invadere la loro privacy, sia per quanto riguarda la diagnosi che l'assistenza, sia per quanto riguarda il monitoraggio dello stato di salute”.

Come ricorda la Regione, la finalità è quella di “consentire la permanenza delle persone anziane, anche se non più autosufficienti o, comunque, bisognose di assistenza, il più possibile vicino al proprio ambiente, alla propria rete di affetti, agli oggetti di uso quotidiano e ai ricordi, salvaguardandone così l'autonomia, la qualità della vita, la capacità di relazione. Il progetto si propone di individuare nuove forme di gestione ed erogazione di servizi che dovranno vedere la valorizzazione, da parte dell'operatore pubblico, di esperienze realizzate anche da soggetti del terzo settore”. 

Il progetto “A casa in buona compagnia” sarà l’argomento del convegno promosso da Spi e Cgil, sia provinciali che regionali, a Bibbiena, il 26 agosto, nei locali del circolo Arci in piazza della Resistenza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Apriranno Alessandro Mugnai e Giancarlo Gambineri, Segretari provinciali di Cgil e Spi. Franca Rinaldelli, della Lega Spi del Casentino, si occuperà delle aree interne, evidenziando come siano un’opportunità per la Toscana. Il dottor Stefano Grifoni, Direttore emergenza e urgenza a Careggi chiarità come la tecnologia al servizio del territorio possa migliorare il servizio in ospedale. Bruno Pacini, Segretario regionale Fp Cgil dedicherà il suo intervento alla necessità di maggiore innovazione e di maggiore sanità pubblica. La tecnologia al servizio dei più fragili sarà il tema dell’intervento di Antonella Buitoni, Segretaria Lega Spi Valtiberina. Le conclusioni saranno di Alessio Gramolati, Segretario regionale dello Spi. Al convegno interverrà Eugenio Giani, illustrando l’impegno della Regione per la realizzazione del progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento