menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Martina Cipriani, assessore comune di Bibbiena

Martina Cipriani, assessore comune di Bibbiena

Martina Cipriani è il nuovo assessore di Bibbiena: "Ascolterò il territorio"

Giovedì scorso ha partecipato con il resto degli eletti alla sua prima giunta. Un'occasione per conoscere meglio e da vicino la macchina amministrativa e tutti i dipendenti dell'ente

E' la giovanissima Martina Cipriani, 26 anni e una laurea in relazioni internazionali, il nuovo assessore alle politiche giovanili, pari opportunità, ricerca finanziamenti comunitari, politiche europee, innovazione e smart city per il comune di Bibbiena.

Giovedì scorso ha partecipato con il resto degli eletti alla sua prima giunta. Un'occasione per conoscere meglio e da vicino la macchina amministrativa e tutti i dipendenti dell'ente.

Quando, come gruppo di giovani di Serravalle, abbiamo partecipato ai lavori dell’'associazione Obiettivo Comune - spiega - non mi sarei mai immaginata di essere proprio io a dover ricoprire un ruolo così importante per la vita democratica del mio comune. Voglio essere molto presente e mi impegnerò molto perché lo devo al mio territorio e a tutte le persone che hanno riposto in me la loro fiducia. Mi vorrei occupare in maniera importante delle pari opportunità, nel lavoro nella scuola ecc. Quindi passare per una commissione pari opportunità funzionante e propositiva mi sembra la strada giusta. Ma non solo. Vorrei portare all’interno delle scuole delle progettualità significative attraverso le quali incentivare la riflessione e portare anche a nuovi modelli di attività che possano incidere anche nella società civile”.

 “Credo che quello dei bandi per i giovani sia un ambito sul quale dovremo lavorare tanto. Ritengo essenziale che i nostri giovani possano realizzare dei percorsi formativi anche all’estero e magari ritornare per restituire al loro territorio idee nuove, progettualità innovative ed entusiasmo. Cercherò pertanto di impegnarmi per potenziare lo sportello che già l’amministrazione precedente ha attivato presso Il Centro Creativo”.

“Che tipo di amministratore vorrei essere? Non ho dubbi: mi impegnerò ad ascoltare il territorio, accogliere dallo stesso suggerimenti e idee, ma anche trovare soluzioni nuove e nuove strade, in questo conto molto sulle miei pregresse esperienze”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento