Bibbiena

Picchiano coetaneo, episodio reale avvenuto a Bibbiena. Fani: "Nessun caso a Strada"

Giovanissimi picchiano coetaneo e vengono rintracciati e denunciati dai carabinieri di Strada in Casentino. L'episodio, del quale il comando provinciale dei Carabinieri ha diffuso ieri la notizia, è reale come confermano i militari dell'Arma e...

Giovanissimi picchiano coetaneo e vengono rintracciati e denunciati dai carabinieri di Strada in Casentino. L'episodio, del quale il comando provinciale dei Carabinieri ha diffuso ieri la notizia, è reale come confermano i militari dell'Arma e risale a fine luglio. Pur essendo intervenuti i Carabinieri di Strada i fatti si sono svolti a Bibbiena a poco meno di 14 chilometri di distanza.

Sulla vicenda è intervenuto oggi il vicesindaco di Castel San Niccolò, Antonio Fani, parlando di notizia falsa: in realtà l'unica informazione non corretta era il luogo. Reale la problematica e l'intervento dei carabinieri.

E' un falso la notizia dell'aggressione ai danni di un minorenne alla festa paesana di Strada in Casentino? Ne è certo il Vicesindaco Antonio Fani, che si dice "Indignato, insieme ai consiglieri comunali che hanno visto uscire la notizia di questo pestaggio, che è appunto una notizia falsa". Fani sta valutando di sporgere denuncia per l'accaduto, "Visto che la notizia è stata ingigantita con titoloni che evocano un paese addirittura terrorizzato, e che si è parlato di nuovo episodio di violenza, come se si trattasse di una striscia, mentre non è affatto così". Prima di procedere con la denuncia il Vicesindaco si è anche preoccupato di svolgere le opportune verifiche con i Carabinieri e la Polizia Municipale, "I quali mi confermano che non sanno niente, nessuna denuncia è arrivata sul tavolo delle forze dell'ordine, come invece si sostiene negli articoli che sono stati pubblicati". Ma c'è di più, forse il particolare più indicativo: "A fine luglio - prosegue Fani - non ci sono state feste paesane a Strada in Casentino. Onestamente, faccio fatica a comprendere questa superficialità, non sarebbe stato difficile verificare ed evitare di diffondere false notizie e falsi allarmi". Notizia che invece è circolata con ampia visibilità e con dovizia di particolari. "Io ne sono stato informato da un consigliere comunale, che l'aveva trovata fra le news in Rete. Poi come sempre succede la cosa si è diffusa a macchia d'olio, senza che nessuno si preoccupasse di verificarla. Al di là dell'episodio sgradevole in sé - conclude Fani - l'accaduto deve farci riflettere, perché soprattutto coi meccanismi di comunicazione odierni basta un attimo per diffondere, ma anche per diffamare, denigrare, colpire, insomma per far credere quello che si vuole a lettori spesso ignari".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiano coetaneo, episodio reale avvenuto a Bibbiena. Fani: "Nessun caso a Strada"

ArezzoNotizie è in caricamento