menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Croce Rossa, 20 nuovi giovani volontari a Bibbiena

Il sindaco Vagnoli e l'assessore Bronchi hanno portato un saluto ai nuovi arrivati e li hanno ringraziati per aver intrapreso questa esperienza in un momento così particolare

Venti nuovi volontari anche giovanissimi sono entrati nella Croce Rossa Italiana sezione di Bibbiena grazie ad un corso specialistico. 

Per festeggiare questo importante evento il sindaco Filippo Vagnoli e l’assessore Daniele Bronchi, questa mattina si sono recati in visita alla sede della Croce Rossa in via La Pira a Bibbiena per incontrare il presidente e alcuni volontari, tra cui due new entry. 

Aulio Agnelli, presidente sezione di Bibbiena commenta: “Sono molto soddisfatto di come è andato il corso e le sue felici conseguenze, visto che molte persone, soprattutto giovani, sono entrate a far parte dell’associazione in un momento di particolare bisogno di nuove forze. Le attività della Croce Rossa sono tante e in questo periodo in particolare, i volontari hanno affiancato il Comune, le misericordie e i carabinieri in pensione per svolgere tantissime attività legate all’emergenza mettendosi a disposizione della popolazione soprattutto quella più fragile”.  

"Abbiamo avuto una grossa partecipazione e in questo momento è qualcosa che merita un encomio generale. Questi giovani sono interessati alla prima linea e in molti hanno manifestato il desiderio di fare attività di emergenza che, in Croce Rossa, è sinonimo della protezione civile, quindi presto verrà organizzato un altro corso più specifico. Avere forze nuove e preparate adesso è fondamentale perché molti volontari hanno avuto difficoltà a continuare spesso per proteggere familiari fragili e inoltre il territorio ha tanto bisogno” - ha commentato la dottoressa Guia Del Bello.

Guia Del Bello, nel primo lockdown, è partita per la zona rossa della Val Brembana per dare una mano ai medici del Nord. Ha commentato così questa esperienza: “Esperienza molto interessante da un punto di vista medico, ma la cosa che mi porto dentro è il rapporto personale con i pazienti Covid-19 da un lato e con i colleghi. Mi hanno arricchito tantissimo come medico e come persona e li ringrazio”. 

Il sindaco Filippo Vagnoli ha ringraziato così la Croce Rossa: “Abbiamo voluto portare il nostro saluto con una visita per dire grazie per l’operato di questi volontari straordinari che insieme a misericordie e carabinieri, dimostrano un forte spirito di servizio e di comunità. Celebriamo insieme anche il risultato dei giovani che sono entrati prendendo un titolo e acquisito competenze per aiutare la loro comunità ed i nostri cittadini. La protezione civile è fatta dalle persone che si mettono a servizio degli altri. La pandemia ci ha portato sofferenza e disagi, ma ci ha fatto riscoprire un mondo nuovo fatto di relazioni e solidarietà”. 

Gli fa eco l'assessore Daniele Bronchi: “L’attività della Croce Rossa è stata fondamentale in questo periodo. Sono arrivati a casa delle persone per aiutarle. Tutto questo ha stimolato molti giovani che hanno deciso di avvicinarsi al volontariato. Abbiamo così voluto celebrare questo momento e fare un augurio alle nuove leve”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Il mistero di Coco Chanel, vera influencer prima dei social

  • Psicodialogando

    Sono stato tradito da mia moglie. E adesso?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento