rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Bibbiena Bibbiena

Il dottor Rinnovati va in pensione dopo 40 anni: "Ho tentato il possibile". La Asl: "Un esempio"

Dal 1° settembre sarà individuato un chirurgo di esperienza che ricoprirà il ruolo di facente funzione in attesa del concorso

Il dottor Andrea Rinnovati, colonna della chirurgia casentinese, è andato in pensione. Nei giorni scorsi è stato omaggiato dal sindaco di Bibbiena. Adesso arrivano i ringraziamenti della Asl Toscana sud est: “E' stato un esempio fulgido di impegno professionale e di disponibilità verso i pazienti”.

Il grazie della Asl a Rinnovati

Una storia di professionalità ed affetto per i pazienti ed il territorio, è quella legata alla carriera del dottor Andrea Rinnovati, responsabile della Chirurgia dell’ospedale del Casentino a Bibbiena. In questo presidio fondamentale e strategico per la cura della salute di tutti i cittadini del Casentino, Rinnovati ha operato, curato e seguito migliaia di pazienti in oltre 40 anni di servizio, gran parte dei quali proprio spesi in questo ospedale. “A nome di tutta la direzione dell’Azienda Asl Toscana sud est - dichiara Simona Dei, direttore sanitario - desidero esprimere i più sentiti ringraziamenti al dottor Rinnovati, che è stato un punto di riferimento importante per la chirurgia del Casentino e non solo. Lo ringrazio per questi anni di grande professionalità, in cui si è sempre messo al servizio dell’azienda e dei pazienti con il cuore e con la mente. Ora resta a noi il compito di conservare la sua eredità con chi lo sostituirà".

Il futuro della chirurgia casentinese

“In qualità di direttore dell’area dipartimentale aretina di chirurgia generale, afferma il dottor Marco De Prizio - ho assunto personalmente da oggi la responsabilità della Uoc di chirurgia di Bibbiena. Dal 1° settembre sarà individuato un chirurgo di esperienza che ricoprirà il ruolo di facente funzione in attesa del concorso. Bibbiena continuerà la sua attività chirurgica dando risposte al territorio casentinese, seguendo la lunga tradizione impersonata dal collega e amico Rinnovati. Come già avviene da anni con lui, proseguiremo la stretta collaborazione con l’ospedale di Arezzo S. Donato per le urgenze e per i casi più complessi”.

La storia di Rinnovati in Casentino

“Sono stato impegnato come chirurgo all’ospedale del Casentino dal maggio del 1996 - racconta Andrea Rinnovati - Mi innamorai subito di questo lavoro e della bellissima vallata. Ricordo che fin da subito iniziammo a lavorare su una patologia ben presente nel territorio aretino e ancora di più in quello casentinese: il tumore di stomaco. Questo percorso ci ha impegnato tutti con grande energia. Naturalmente senza ignorare la quotidianità e i bisogni dei pazienti che avevano altre patologie. Tra gli episodi che hanno veramente coinvolto tutto il team della sala operatoria ricordo la prima surrenalectomia laparoscopica. Il professor Andrea Valeri, mio compagno di corso e pioniere in tale chirurgia venne a supportarci facendo il tutor con suggerimenti e proposte legate alla sua grande esperienza, fu un’esperienza straordinaria. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare tutti, amici e colleghi ed evidenziare quanto, in questi anni, sia stato forte l’impegno dell’Azienda Usl Sud Est per il Casentino. Come molti che amano il proprio lavoro, conclude Rinnovati, lascio con un po' di rammarico ma consapevole di avere tentato molto e osato il possibile e di lasciare uno staff all’altezza della situazione.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dottor Rinnovati va in pensione dopo 40 anni: "Ho tentato il possibile". La Asl: "Un esempio"

ArezzoNotizie è in caricamento