rotate-mobile
Bibbiena Bibbiena

Un nuovo diversore di acqua per Soci. Investimento da 170mila euro

L'assessore Caporali: "Andiamo a sanare una situazione ambientale di riverso d'acqua nell’Archiano, ma anche a ripristinare un utilizzo più adeguato del bene pubblico"

Un grande progetto voluto fortemente dall’amministrazione di Bibbiena. Un importante investimento da 170 mila euro, finanziati in parte con fondi del Ministero. Acqua pulita che torna nell’Archiano senza sprechi e perfettamente pulita. 90 famiglie che hanno costituito un consorzio e che potranno beneficiare dell’acqua per l’irrigazione degli orti familiari. Il Lanificio di Soci che potrà continuare a produrre il Panno Casentino, unico anxhe grazie a questa acqua.

Tutto questo è il nuovo diversore di acqua di Soci i cui lavori, iniziati qualche giorno fa, si concluderanno in una quindicina di giorni, per poi passare alla seconda fase della realizzazione delle diramazioni per i privati costituitesi in consorzio.

L’assessore ai lavori pubblici e vice sindaco Matteo Caporali commenta: “Il diversore di Soci non è altro che il vecchio canale industriale che serviva, un tempo, diverse attività manufatturiere come l’antico Mulino di Gressa, il Lanificio, la vecchia cartiera. La realizzazione di questo nuovo diversore va a sanare una situazione ambientale di riverso di acqua nell’Archiano, ma anche a ripristinare un utilizzo più adeguato del bene pubblico stesso. In 15 giorni sarà interrato poi apriremo la chiusa e l’acqua confluirà nel nuovo canale. L’acqua lo ricordo viene presa sopra la Mausolea. Dalla centrale idroelettrica l’acqua viene intubata nel centro storico per poi confluire nel diversore che sarà appunto ripristinato. L’acqua non utilizzata sarà riportata all’Archiano senza sprechi e nel rispetto dell’ambiente. Durante l’inverno si è ufficialmente costituito un comitato di 90 persone, così da poter chiedere l’attingimento dio questa acqua. La pratica attende l’ultimo ok dalla Regione”.

Caporali commenta ancora: “L’amministrazione ha sostenuto la nascita del comitato e seguito da tempo questo percorso che tra poco possiamo inaugurare nel migliore dei modi. L’acqua è un bene prezioso che va utilizzato in maniera adeguata e insieme va tutelato il bisogno delle persone e l’ambiente dell’Archiano che non è solo un torrente, ma la storia di vita del nostro territorio. Un progetto del genere rappresenta la voglia di un paese di ritornare al futuro, rispettando il proprio ambiente. Ringrazio i cittadini, il comitato e tutti coloro che si sono prodigati per arrivare a questo risultato”.

Una volta interrato, il diversore potrà diventare anche una piccola bretella della ciclopista. A questo proposito caporali commenta: “certamente dovremo valutare attentamente tutto, compreso il fatto che adiacente a questo percorso, proprio in un tratto di ciclopista, si trova anche un’azienda agricola. Ma certamente dovremo studiare qualcosa che possa offrire nuove opportunità di fruizione della mobilità dolce e insieme tutelare gli interessi di chi lavora”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo diversore di acqua per Soci. Investimento da 170mila euro

ArezzoNotizie è in caricamento