menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bibbiena aderisce alla Fondazione "Angeli del Bello"

Il comune casentinese lancia la campagna di cittadinanza attiva. Coinvolte anche le scuole del territorio

La Giunta esecutiva ha approvato nella seduta di oggi il protocollo di affiliazione alla Fondazione “Angeli del Bello” sezione di Firenze. 

E’ l’assessore Francesca Nassini a spiegare la finalità di questa operazione.

L’affiliazione è importante al fine di progettare in modo condiviso azioni coordinate relative alle attività di cura del decoro urbano, la promozione alla cultura, tutela dell’ambiente, mantenimento della bellezza dei luoghi, edifici e verde pubblico. Il tutto verrà fatto attraverso il coinvolgimento di un’associazione già esistente come Obiettivo Comune”. 

L’impotenza di questa affiliazione è rappresentata anche dall’allargamento di questo percorso alle scuole del territorio. E’ la stessa assessora Nassini a renderlo noto proprio oggi dopo settimane di condivisione con gli istituti scolastici.

Attiveremo, su questo percorso, anche la sezione Angioletti del Bello, un percorso inserito nei contesti scolastici. L’auspicio è quello di poter coinvolgere non solo i bambini e i ragazzi, visto che tutto questo coinvolge tutti gli ordine e gradi di scuole, ma anche genitori, nonni, zii nella cura di ciò che è nostro, di ciò che costituisce bene comune, che ci riguarda da vicino. Anche con loro verranno istituite giornate di lavoro creativo nell’ottica del mantenimento dei luoghi e della loro bellezza”. 

A metà Novembre verrà organizzata dall’Amministrazione una giornata di presentazione del percorso e di condivisione con la popolazione che dovrà prenderne parte.

A questo proposito Francesca Nassini spiega: “Come amministratori abbiamo inaugurato questo percorso attraverso il nuovo regolamento sui volontari singoli. Gli Angeli del Bello è un passaggio successivo in cui gli interventi verso il bene di tutti diventa progetto della comunità, progetto condiviso, finalità a lungo termine. Si tratterà, infatti, di programmare vere e proprie giornate di lavoro e socialità in cui il bello, la pulizia dei nostri luoghi diventa oggetto prioritario di interesse per tutti. Si tratta, in sostanza, di portare avanti il percorso di cittadinanza attiva che rappresenta una priorità di questa giunta”.

Gli Angeli del Bello, sezione di Firenze conta 3500 iscritti tra volontari pensionati, studenti, imprenditori, aziende, cittadini, associazioni. Organizzati in gruppi, operano in tutte le aree cittadine e si impegnano in azioni concrete per rendere migliore la loro città.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Anthony Hopkins a Cortona dopo l'Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Coppie che scoppiano, anche a Hollywood

  • social

    Il menestrello Grifo, il 'morto resuscitato' del castello di Poppi

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento