CasentinoNotizie

Appello ai cittadini da parte dei centri commerciali naturali di Bibbiena

L’amministrazione di Bibbiena in epoca covid19 ha predisposto sei azioni a favore delle attività commerciali ed artigianali del territorio

“I negozi di Bibbiena sono chiusi solo in apparenza. Dietro le porte serrate ci sono imprenditori, famiglie che lavorano e si impegnano per il territorio. Noi per voi ci siamo sempre stati e ci saremo anche adesso. Basta chiamare, mandare un messaggio, fare una video chiamata e penseremo a servirvi al meglio” questo il messaggio che le quattro rappresentanti dei Centri commerciali naturali del territorio di Bibbiena hanno fatto a tutti i cittadini per chiedere di non dimenticare che dietro a queste attività c’è amore per il lavoro e per il territorio.

Graziana Borri del centro commerciale Vie di Soci, Emanuela Vestrucci del Centro commerciale “Il Palazzetto”, Barbara Matti Altadonna di Bibbiena stazione e Rosanna Mazzetti del centro storico di Bibbiena hanno fatto un appello ai cittadini all’inizio di questa nuova chiusura delle attività, ricordando loro l’importanza di questo tessuto commerciale per la nostra vallata.

L’assessore alle attività produttive Daniele Bronchi, che nel sabato della vigilia prima dell’entrata in zona rossa ha voluto portare il suo saluto in maniera simbolica alle rappresentanti dei centri commerciali naturali, ha commentato: “Ho trovato delle persone determinate, nonostante tutto. Questo è stato un segno importante per tutti noi. Ci uniamo, come amministratori, al loro appello con il motto “Noi per loro, loro per noi”, per ricordare che un’attività commerciale rappresenta la vita dei nostri centri e queste persone hanno anche una funzione sociale fondamentale che non possiamo e dobbiamo dimenticare. Investire nel territorio è importante e la nostra presenza dovrà andare in questa direzione, ovvero nel sostegno alle tante attività sparse sul territorio”.

Bibbiena intanto si è rivestita di luci, come nelle grandi occasioni. A questo proposito Daniele Bronchi ha commentato: “La bellezza che non muore. Noi ci crediamo e appoggiamo anche in questo i commercianti. La chiusura è temporanea e fatta per il nostro bene. Ma i negozi possono continuare a svolgere le proprie attività in modalità diverse. Illuminare questa notte significa volerci credere fino in fondo. Significa non mollare. Per questo dobbiamo sostenere le nostre attività”.

L’amministrazione di Bibbiena in epoca covid19 ha predisposto sei azioni a favore delle attività commerciali ed artigianali del territorio, le ricordiamo qui brevemente: il bando a fondo perduto di 77 mila euro per attività artigianali e commerciali; il bonus idrico per bar e ristoranti; la riduzione della bolletta 2020 per la nettezza urbana; l’occupazione del suolo pubblico gratuita;  la proroga del pagamento IMU per le aziende in difficoltà; l’installazione di dehors chiusi senza permessi edilizi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento