menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovi buoni spesa per le famiglie in difficoltà per cibo e vestiti

L'iniziativa del Comune di Bibbiena: per i buoni alimentari si potrà accedere facendo domanda all’ufficio per il sociale dal 1° al 7 di dicembre

Ritornano i buoni spesa per le famiglie in difficoltà del territorio di Bibbiena. Come nelle due volte precedenti, si potrà accedere facendo domanda all’ufficio per il sociale dal 1° al 7 di dicembre. L’ufficio stilerà una graduatoria in base alla quale verranno emessi i buoni per acquisto di beni alimentari.

A questa iniziativa, che organizza e eroga fondi provenienti dalla Stato, l’Amministrazione comunale ha deciso di emettere un altro bando da 30 mila euro complessive con fondi propri, sempre dedicato a famiglie fragili, che riguarda invece l’acquisto di beni non alimentari (abbigliamento, cura della persona ecc).

Il bando si chiama BUONIdea di Natale e avrà delle modalità di accesso simili a quelle dei buoni alimentari ma con la differenza che in queste domande la graduatoria verrà stilata in base all’Isee.

I cittadini che faranno richiesta dei buoni spesa potranno accedere anche al bando BUONIdea.

I buoni per le spese non alimentari potranno arrivare ad un massimo di 100 euro.

L’iniziativa è stata presentata ai commercianti da Francesco Frenos, assessore al sociale e da Daniele Bronchi, assessore alle attività produttive. Le attività del territorio stanno rispondendo favorevolmente e avranno tempo fino a domani alle 17 per dare la loro adesione che, ad oggi, sono ben 40 tra alimentari e non alimentari.

Francesco Frenos commenta: “Per i buoni spesa alimentari siamo arrivati alla terza erogazione grazie ad un lavoro enorme fatto anche dall’ufficio che redige e gestisce i bandi. Abbiamo pensato di unire però due aspetti per agevolare parimenti le famiglie in difficoltà e il commercio”.

A proposito di attività produttive Daniele Bronchi commenta: “Il momento che stiamo attraversando è durissimo per tutti. Molte attività commerciali, a causa della chiusura, stanno soffrendo. Per questo abbiamo pensato di unire i buoni spesa alimentari ad un nuovo bando che andasse da un lato a dare un incentivo alle famiglie in difficoltà, e dall’altro un piccolo aiuto anche ai nostri commercianti. In questo modo creiamo un piccolo cerchio virtuoso che fa bene a tutti e che ci fa entrare in maniera più serena nello spirito natalizio. Il bando BUONIdea è stato fatto appositamente per dare un impulso positivo in questo periodo, ma va anche a rafforzare tutte le iniziative che abbiamo organizzato nei confronti di artigiani e commercianti nei mesi scorsi, le cosiddette 6 azioni per Bibbiena”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Il mistero di Coco Chanel, vera influencer prima dei social

  • Psicodialogando

    Sono stato tradito da mia moglie. E adesso?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento