menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli auguri di Vagnoli: "Riflettiamo sulla parola 'insieme', uniti di fronte al destino"

20 vittime e oltre 800 famiglie colpite dal virus, un bilancio pesante per il Casentino colpito dal Covid. Lo ha ricordato il sindaco di Bibbiena nel discorso augurale di Natale

I numeri del Covid19 in Casentino hanno aperto la lettera di auguri ai dipendenti del Comune da parte del sindaco Filippo Vagnoli: 20 vittime e oltre 800 famiglie colpite dal virus.

“Quello appena trascorso è stato un anno particolarmente difficile e impegnativo per tutti; questa pandemia ci ha messo di fronte alla fragilità della nostra condizione umana e alle crepe che la società moderna manifesta”, così ha aperto la lettera ai dipendenti il Sindaco in un momento in cui anche gli auguri devono fare a meno della presenza.

La parola poi scelta dal Sindaco con questo augurio è “insieme”.

Ecco il suo commento: “Una parola che ho ripetuto tante volte da inizio emergenza e credo che sia l’insegnamento più grande che può lasciarci questo terribile anno: viviamo in una società che spesso si mostra individuale ed individualista, dove l’Io prevale sul Noi. Dobbiamo invece capovolgere questo aspetto perché siamo tutti legati e il nostro destino deve vederci uniti”.

Il sindaco ha speso parole importanti anche nei confronti dei dipendenti: “Grazie a tutti voi per la collaborazione che non è venuta a mancare neppure nei momenti di difficoltà e siamo riusciti a produrre attività ed azioni che pochi altri comuni hanno saputo fare”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Il mistero di Coco Chanel, vera influencer prima dei social

  • Psicodialogando

    Sono stato tradito da mia moglie. E adesso?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento