menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce l'associazione Bene Comune - Laboratorio di comunità

I promotori dichiarano di voler offrire "un servizio della comunità bibbienese e casentinese; un luogo di riflessione, di elaborazione e di confronto per offrire a Bibbiena e al Casentino un’occasione di impegno e di partecipazione"

Si è costituita a Bibbiena l’associazione Bene Comune - Laboratorio di comunità, definita dai suoi promotori "un laboratorio permanente al servizio della comunità bibbienese e casentinese; un luogo di riflessione, di elaborazione e di confronto per offrire a Bibbiena e al Casentino un’occasione di impegno e di partecipazione".

La nota dei promotori

Si rivolgerà a ragazzi, donne e uomini di diversa provenienza politico-culturale, che cercheranno di proporre idee innovative e inclusive per il proprio territorio, di approfondire i temi che riguardano l'attualità e i valori costituzionali della libertà e della partecipazione. Sarà uno strumento per disegnare insieme lo sviluppo economico, culturale, sociale e politico di Bibbiena e del Casentino; un'esperienza nuova e dinamica, che si occuperà di lavoro e di qualità dei servizi; un laboratorio di iniziative e di progetti aperto a tutti coloro che intendono dare un contributo fattivo per elaborare proposte concrete, serie, realizzabili e aperte al coraggio delle idee.
Bene comune - Laboratorio di Comunità è un'associazione civica nel senso etimologico del termine, cioè di ogni cittadino; ed è anche un'associazione politica, cioè che attiene alla comunità. Nasce come consolidamento di un percorso che trae le sue origini dall’esperienza elettorale di circa un anno fa della Lista Bene Comune. I soci fondatori sono 20, tutti membri del Direttivo. La prima Assemblea ha eletto i 5 membri dell’esecutivo: Roberto Rossi (Presidente dell’Associazione), Elisa Sassoli (Vice presidente), Gianluigi Ferrantini (Tesoriere), Giacomo Nebbiai e Silvano Polverini. La prima iniziativa è fissata per domenica 28 giugno alle ore 17.30 ai Giardini della Bocciofila a Bibbiena. Riccardo Nencini e Franco Cardini presenteranno il libro "Dopo l'apocalisse", libro appena uscito e di grande attualità sulle prospettive post Covid19 che racconta le epidemie del passato e spalanca una finestra sul mondo che ci attende. È un viaggio nella storia – dalla peste che decimò l’Atene di Pericle al dramma narrato dal Manzoni – da cui trarre indicazioni utili a comprendere cosa potrebbe accadere nei prossimi mesi in Italia e nelle relazioni internazionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

  • Gossip Style

    Il mistero di Coco Chanel, vera influencer prima dei social

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento