rotate-mobile
Bibbiena

Al via “Conversazioni d’arte”. Bibbiena apre le porte dell’Oratorio di San Francesco

Curiosi, appassionati e turisti della vallata avranno così modo di ammirare un prezioso scrigno, tra i più gradevoli e ben conservati ambienti rococò di tutta la Toscana, che si presenta come un “teatro” dove il visitatore rimane stupefatto dalle...

Curiosi, appassionati e turisti della vallata avranno così modo di ammirare un prezioso scrigno, tra i più gradevoli e ben conservati ambienti rococò di tutta la Toscana, che si presenta come un ?teatro? dove il visitatore rimane stupefatto dalle straordinarie illusioni ottiche. L?Oratorio bibbienese è la prima tappa di un progetto più ampio che vuole promuovere tutta la vallata richiamando centinaia di appassionati nelle chiese e nei monasteri per ammirare e scoprire le opere inedite. Quello proposto dallo storico d?arte Scipioni è infatti una sorta di ?viaggio? della mente e del cuore, rivolto ai giovani, ai meno giovani e a tutti quei cittadini curiosi e interessati a scoprire quei dettagli che inizialmente possono sfuggire agli occhi dei visitatori distratti.

Il primo appuntamento del ciclo di incontri patrocinato e finanziato dal Comune, si svolgerà venerdì proprio nell?oratorio di San Francesco che fu realizzato per volere della compagnia delle Sacre Stimmate e dedicato a San Francesco d?Assisi. La costruzione dell?edificio ebbe inizio intorno al 1736 e si protrasse fino al 1780. Ciò che colpisce maggiormente l?attenzione, sono le decorazioni e le opere che sono conservate al suo interno, con particolari che contribuiscono a rendere spettacolare la visione della chiesa, caratterizzata da un?unica navata e da una struttura rettangolare coperta da un soffitto cassettonato. ?Chi accede alla chiesa viene rapito e immerso in una dimensione artistica, grazie alla soluzione dell?arco presbiteriale realizzato come un boccascena teatrale di straordinaria leggerezza e raffinatezza ? ha dichiarato Scipioni - il progetto mira a promuovere il territorio casentinese, a diffonderne la storia e sensibilizzare la collettività al valore del patrimonio che anima la vallata. Si tratta di un?occasione per poter approfondire il passato del luogo, confrontarsi e passare una serata piacevole in compagnia?.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via “Conversazioni d’arte”. Bibbiena apre le porte dell’Oratorio di San Francesco

ArezzoNotizie è in caricamento