Casentino

Bibbiena, troppi piccioni nel centro storico: il Comune chiede aiuto ai cacciatori. Accordo con Enalcaccia

Attesa per l'autorizzazione da parte della Regione.

Troppi piccioni nel centro storico di Bibbiena e troppi problemi igienici. Così l'amministrazione comunale ha pensato ad una soluzione che va al di là dei classici dissuasori: ha pensato di rivolgersi direttamente ai cacciatori. Lo spiega in una nota nella quale viene annunciato un accordo con Enalcaccia.
"Nei centri storici di Bibbiena - si legge nella nota - sono prolificati fuori misura i piccioni e questo sta creando problemi igienici la risoluzione dei quali non è più procrastinabile".  Gli interventi di pulitura, spiega l'amministrazione, sarebbero stati sempre puntuali, ma ad oggi non sarebbero più sufficienti  per tenere pulite strade e piazze "visto l’alto numero di volatili che si sono concentrati soprattutto su certe zone come il centro storico di Bibbiena".
"Per questi motivi l’Amministrazione comunale ha firmato un accordo con Enal caccia al fine di definire una campagna di abbattimenti da effettuare all’interno dei campi dei coltivatori diretti con i quali, a sua volta, è stata trovata un’intesa specifica.
All’arrivo dell’autorizzazione da parte della Regione Toscana, si inizieranno questi percorsi di contenimento del numero dei volatili in questione.
In attesa di partire con questo percorso, l’amministrazione consiglia di dotarsi di dissuasori per certi punti strategici, di chiudere anfratti e situazioni di rifugio scelti dai piccioni per la nidificazione". 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bibbiena, troppi piccioni nel centro storico: il Comune chiede aiuto ai cacciatori. Accordo con Enalcaccia

ArezzoNotizie è in caricamento