Casentino

Asili, in arrivo per il Casentino una pioggia di euro

All’Unione dei Comuni del Casentino un contributo di 102mila euro nell’ambito della strategia per le aree interne

Oltre 13 milioni di euro a sostegno dei servizi educativi per la prima infanzia. “La Regione, per iniziativa dell’assessore Cristina Grieco – informa la vicepresidente del consiglio regionale Lucia De Robertis -  ha appena approvato gli elementi essenziali del bando che mette a disposizione dei comuni della Toscana questa importante mole di risorse per sostenere il consolidamento e ampliamento dell’offerta dei servizi per i bambini nella fascia di età fra 6 e 36 mesi e anche per finanziare l’acquisto di posti presso servizi educativi accreditati pubblici non comunali o privati, per bambini le cui famiglie presentano un ISEE inferiore ai 50mila euro”.

“Delle risorse stanziate -  continua De Robertis -  102mia euro costituiscono una riserva a favore dell’Unione dei Comuni del Casentino, in attuazione dell’accordo di programma quadro sulle aree interne.  Ai comuni insulari o montani, con popolazione inferiore ai 5mila abitanti, verrà invece riconosciuto un contributo di 10mila euro, così come a quei comuni che fanno una gestione in forma associata. Delle risorse rimanenti, il trenta per cento sarà attribuito ai comuni che presentano liste di attesa nei servizi comunali; il resto sarà assegnato ai comuni in proporzione ai bambini 0-3 anni residenti. Per l’assegnazione delle risorse a ciascun comune non sono previsti tetti massimi, percentuali obbligatorie di cofinanziamento, punteggi da assegnare per parametri”.

“I tassi di copertura del fabbisogno di servizi alla prima infanzia della Toscana – conclude la vicepresidente del Consiglio -  sono fra i più alti d’Italia, da tempo rispondenti ai famosi obiettivi di Lisbona. La Regione però è convinta della strategicità di questi servizi, sia per la crescita dei bambini, sia per l’enorme sostegno che possono offrire alle famiglie e alla possibilità per le donne di conciliare l’impegno materno con il lavoro.”

Nell’anno scolastico 207/2018 nella provincia di Arezzo i bambini iscritti ai nidi pubblici sono stati oltre tredicimila, e novemilacento quelli nei nidi privati, convenzionati e non.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili, in arrivo per il Casentino una pioggia di euro

ArezzoNotizie è in caricamento