rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024

VIDEO | "Preghiere per i terremotati e per la famiglia", i pensieri degli aretini di fronte alla Madonna del Conforto

Tantissimi da questa mattina hanno fatto una visita in cattedrale, per rendere omaggio alla Madonna

C'è chi ha raggiunto la cattedrale durante una pausa del lavoro. Chi ha colto l'occasione per accompagnare i genitori anziani. Chi si è ritagliato un momento per correre in duomo e dedicarle un pensiero speciale. La Madonna del Conforto è sempre nel cuore degli aretini. Dopo due anni di pandemia, periodo in cui gli accessi sono stati limitati in virtù della necessità di distanziamento sociale, gli aretini oggi sono tornati a rendere omaggio - nel giorno della sua festa - alla Madonna che protegge la città. Lo fa da quel lontano 1796, quando avvenne il miracolo: durante una scia sismica l'effige si illuminò e le scosse cessarono. Da allora, ogni 15 febbraio gli aretini tornano in cattedrale. E quest'anno più che mai il pensiero e le preghiere sono andate a chi l'incubo del sisma lo ha vissuto da poco. 

"Ogni anno torno a rendere omaggio - spiega una signora - e quest'anno le preghiere sono rivolte ai bambini della Turchia e della Siria". 

FOTOGALLERY| Madonna del Conforto 2023

Poi pensieri per la famiglia, per i propri cari. 
"Questa festa - dicono i fedeli - è la più importante per gli aretini. E' come quella di un patrono. Noi ci affidiamo alla Madonna del Conforto ogni giorno e oggi più che mai". 

A raggiungere la cattedrale oggi sono stati in tantissimi. E questa sera l'ultima parte delle celebrazioni: quelle in cui il mondo della Giostra renderà omaggio alla Vergine che protegge la città. 

Copyright 2023 Citynews

Video popolari

VIDEO | "Preghiere per i terremotati e per la famiglia", i pensieri degli aretini di fronte alla Madonna del Conforto

ArezzoNotizie è in caricamento