rotate-mobile
Mercoledì, 26 Giugno 2024

VIDEO | Sicurezza stradale con le scuole nel parco di Villa Severi

Aci Arezzo contribuisce con il progetto “Guida che ti Guido” assieme alle istituzioni e alle  forze dell'ordine alla diffusione della cultura della sicurezza stradale

L'Automobile Club Arezzo ha partecipato nei giorni scorsi all'evento che è stato organizzato al parco di Villa Severi ad Arezzo, dal tavolo provinciale della sicurezza stradale e della legalità.

La giornata che si è svolta in collaborazione con il Cas di Villa Severi, vede capofila la Provincia di Arezzo, e tra gli altri il Provveditorato agli Studi, l'Arma dei Carabinieri, la Polizia di Stato, la Guardia di Finanza, i Carabinieri Forestali e la Polizia Municipale di Arezzo, la Asl Sud Est, la FMI Federazione Motoristica italiana oltre all' ACI di Arezzo, si propone di portare le tematiche della sicurezza stradale e della legalità all'interno delle scuole in modo continuativo, anno dopo anno. 

L'Aci di Arezzo ha portato il suo contributo con il progetto “Guida che ti Guido". L'attività di Aci è quella di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale i giovani studenti delle scuole primarie e secondarie della provincia di Arezzo. L'obiettivo è formare  bambini e ragazzi in modo tale che possano condividere e fare proprie le buone regole di come ci si comporta sulla strada.

Il presidente di Aci Arezzo, Bernardo Mennini, ha spiegato la portata dell'iniziativa: "Guida che ti Guido ha coinvolto 13 istituti scolastici, 19 scuole e 72 classi, per un totale di quasi 1600 studenti. Grazie a questo progetto, l'AC Arezzo ha contribuito a diffondere una cultura della sicurezza stradale tra i giovani, promuovendo comportamenti responsabili sulla strada fin da giovani. Durante l'anno, attraverso presentazioni interattive, video e attività pratiche, i giovani partecipanti sono stati sensibilizzati sull'importanza di utilizzare correttamente i dispositivi di sicurezza in auto, rispettare le regole della strada ed evitare la distrazione mentre si guida. In particolare, è stato fatto un focus sull'utilizzo del cellulare alla guida, una delle principali cause di incidentalità e morte sulle strade. Crediamo che “condividere” le buone regole di comportamento sulla strada, quando si è pedoni e  quando si conduce un mezzo, sia l'unico vero modo di far crescere la cultura della sicurezza stradale e formare automobilisti consapevoli."

Video popolari

ArezzoNotizie è in caricamento